Pubblicato in: Senza categoria

Considerazioni personali

face-79654_640

Mi piace la diversità delle persone provenienti da altri paesi , le loro lingue , le abitudini e gli usi e costumi diversi dai miei.Sono sempre stata curiosa,mi sarebbe piaciuto viaggiare di più ma , avendo un marito pantofolaio,l’ho fatto poco.Tutti questi migranti che sono giunti in Italia perchè fuggiti dalle guerre,che fine faranno?Ora è arrivato il Salvini che fa i proclami …li rispediremo indietro…E’ vero che sono arrivati in troppi , delinquono nè più nè meno degli italiani. Aspettiamoci quanto promesso in campagna elettorale:cambieremo l’Italia,cancelleremo la legge Fornero,daremo di più agli italiani, cacceremo i migranti clandestini ecc.

Tutto ciò con quali soldi , saremo sommersi di nuove tasse che avranno un altro nome e gli italiani come al solito non se ne renderanno conto ! Mi dispiace che i cittadini del nostro Paese siano così condizionabili , seguono sempre il “pifferaio” di turno.

593px-Pied_Piper2
Di Edmund Evans – Browning, Robert (1910) [1888] The Pied Piper of Hamelin, Londra: Frederick Warne and Company, pp. p. 41 Retrieved on 26 luglio 2009. (direct link to high resolution image here), Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=7387124https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Pied_piper?uselang=it#/media/File:Pied_Piper2.jpg
Pubblicato in: FVG

E’ finita la pacchia!

440px-US_Navy_020802-N-3580W-001_Boarding_team_from_USS_Hopper_approaches_a_suspected_Iraqi_oil_smuggler

Oggi Salvini andrà a Pozzallo in Sicilia ,ieri da Vicenza ha lanciato l’ultimatum: ” I migranti devono fare le valigie,con calma,ma se ne devono andare.Chi scappa dalla guerra è il benvenuto,tutti gli altri devono partire “.

Dall’inizio del 2018 ,i migranti soccorsi e sbarcati in Italia (quasi tutti in Sicilia)sono 13.430,il 77,7 per cento in meno di un anno fa (dati dal web)

Domanda

Perchè si dice”è finita la pacchia” quando le cose si mettono male?

Risposta

Francesca Riga

Il termine pacchia è un deverbale di pacchiare, «mangiare con ingordigia», usato per indicare una condizione di vita facile e spensierata. L’etimo di pacchiare è incerto, anche se molto probabile è un’origine onomatopeica da collegarsi ad alcune voci dialettali di area settentrionale (il veneto paciar «muovere le mascelle», il milanese pacià e il piemontese pacè «mangiare abbondantemente e con avidità»). L’espressione familiare «è finita la pacchia», quindi, indica la cessazione, provocata da accadimenti negativi e non voluti, di una condizione di vita favorevole e senza problemi, soprattutto materiali, e l’inizio di una condizione meno fortunata in cui non si può far a meno di faticare ed avere preoccupazioni.

da http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_002.html

immagine da Di U.S. Navy photo by Chief Photographer’s Mate Johnny R.Wilson. – Quest’opera è stata rilasciata dalla Marina Militare degli Stati Uniti d’America con codice di identificazione 020802-N-3580W-001.Questo tag non indica lo status del copyright dell’opera ad esso associato. È quindi richiesto un normale tag di copyright. Vedi Commons:Licenze per maggiori informazioni.বাংলা | Deutsch | English | español | euskara | فارسی | français | italiano | 日本語 | 한국어 | македонски | മലയാളം | Plattdüütsch | Nederlands | polski | پښتو | português | Türkçe | українська | 中文 | 中文(简体)‎ | +/−, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=8167343

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casarsa

Poesie a Casarsa (1941-1943)
Casarsa
Dedica.
Fontana di aga dal me paìs.
A no è aga pì fres-cia che tal me paìs.
Fontana di rustic amòur.

 Casarsa

Dedica./Fontana d’acqua del mio paese./Non c’è acqua più fresca che nel mio paese./Fontana di rustico amore.

Pier Paolo Pasolini