Pubblicato in: Senza categoria

Un tempo …

Boy Sitting on Branch

http://www.eticamente.net/50544/il-bambino-deve-avere-la-possibilita-di-arrampicarsi-sugli-alberi-ecco-perche.html

Estate,tutti al mare

o in montagna,

un tempo le vacanze

erano arrampicarsi sugli alberi,

tirare sassi con la fionda,

ci si divertiva più di oggi.

Come cambiano i tempi,

erano divertimenti sani

e non davano dipendenza.

 

Pubblicato in: FVG

34^edizione di “Aria di festa”

San-Daniele-Schinken_BMKDi BMK Wikimedia, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=588274322/25 giugno 2018

Inaugurata  la 34° edizione di Aria di Festa la festa del prosciutto di San Daniele

Il taglio della prima fetta alla giornalista sportiva Diletta Leotta ,madrina della kermesse.Questo è uno degli eventi enogastronomici a più alta tradizione turistica.Nelle ultime edizioni si sono sfiorate le 100mila presenze.Il prosciutto”re dell’evento”sarà valorizzato con visite e degustazioni guidate nei prosciuttifici del San Daniele DOP,offerto con pane,grissini o in preparazioni originali.

http://www.facebook.com/pages/UdineToday/131006693676317

Prosciutto di San Daniele (DOP) è un prosciutto crudo stagionato riconosciuto prodotto a Denominazione di Origine dal 1970 dallo Stato italiano con la legge n. 507 e dal 1996 dall’Unione europea come prodotto a Denominazione di Origine Protetta – DOP perché le sue caratteristiche sono dovute al particolare ambiente geografico, che include fattori naturali e umani.

Il Prosciutto di San Daniele viene prodotto da 31 aziende nel comune di San Daniele del Friuli, in provincia di Udine secondo modalità definite dal relativo Disciplinare di produzione che ha valore di legge. Sui prosciutti certificati viene impresso a fuoco il marchio del Consorzio, che comprende il codice identificativo del produttore.

Materia prima

Gli unici ingredienti del prosciutto di San Daniele sono cosce di maiali italiani, sale marino e il particolare microclima di San Daniele. Nessun tipo di conservante viene utilizzato. I suini sono nati, allevati e macellati in Italia, in particolare in dieci regioni del centro – nord (Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Marche, Umbria, Toscana, Lazio, Abruzzo). Tutte le fasi di trasformazione e lavorazione del prodotto (dalla coscia fresca al prosciutto crudo stagionato) devono avvenire all’interno dei confini del Comune di San Daniele del Friuli.

Il ciclo produttivo dura almeno 13 mesi. Le cosce che arrivano a San Daniele del Friuli devono avere un peso non inferiore a 12 kg e conservare lo «zampino», che oltre a rappresentare un omaggio alla tradizione, permette di mantenere l’integrità biologica della coscia e agevola il drenaggio dell’umidità.

Grissini_sandaniele
Di Dorothy61n1 di Wikipedia in italiano, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48156126

da https://www.wikiwand.com/it/Prosciutto_di_San_Daniele

 

IL PROSCIUTTO NEI SECOLI

Il prosciutto di San Daniele è il frutto di un’antica tradizione che affonda le sue radici tra XI e VIII secolo a.C.. Il tempo ha trasformato questa tradizione in conoscenza e poi in cultura. Una cultura che ha attraversato i secoli portando con sé il saper fare e la passione di persone forti che hanno reso unico questo prosciutto…continua a leggere
 http://www.prosciuttosandaniele.it/prosciutto-san-daniele/la-nostra-storia