haiku

odo cicale –

frinire sull’albero

del mio giardino

Sagebrush_cicada_(Okanagana_luteobasalis)_on_Seedskadee_National_Wildlife_Refuge_(35280684671)
Di USFWS Mountain-Prairie – Sagebrush cicada (Okanagana luteobasalis) on Seedskadee National Wildlife Refuge, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=69186671

Cicale miti e letteratura

Per gli antichi Greci, le cicale erano figlie della Terra o, secondo alcuni, di Titone e di Aurora. Specialmente gli ateniesi le onoravano: Aristofane rammenta le cicale d’oro, ornamento per i capelli degli Ateniesi nobili all’epoca arcaica e nella celebrazione dei Misteri eleusini in onore di Demetra, era uso portare nei capelli una fibula a forma di cicala, così come durante la celebrazione dei misteri di Era a Samos.Platone, nel dialogo Fedro, espone il mito delle cicale, secondo cui esse sarebbero nate, per mano divina, dalla metamorfosi di antichi artisti, specie nel campo musicale e dell’eloquenza, che avevano smesso di mangiare e accoppiarsi per amore della propria disciplina.Secondo Orapollo la cicala simboleggiava l’iniziazione ai misteri, poiché essa, anziché cantare con la bocca come tutti, emette suoni dalla coda.La cicala era anche simbolo di purezza: seguendo un’errata credenza ripresa da Plinio il Vecchio si riteneva che le cicale si nutrissero di sola rugiada e ciò faceva sì che il loro corpo non contenesse sangue e non dovessero espellere escrementi, e di qui l’idea della purezza. Il fatto poi che la cicala viva una sola estate ma le sue larve rinascano in quella successiva direttamente dalla terra ne ha fatto l’emblema di una resurrezione a nuova vita dopo la morte persino presso i cinesi.

Tra i poeti contemporanei, Giosuè Carducci ha elogiato questi insetti ne “Le risorse di San Miniato” e scherzosamente rimprovera Virgilio e Ludovico Ariosto per averle definite querule e noiose.

Ma la cicala ha anche una fama negativa, quella di vivere alla giornata cantando senza preoccuparsi del domani, assurgendo così a simbolo dell’imprevidenza. Esopo, nella sua notissima favola La cicala e la formica, narra che la cicala si fosse dilettata tutta l’estate a cantare senza preoccuparsi di provvedere ad immagazzinare cibo per l’inverno. Giunta la cattiva stagione, essa si rivolse alla previdente formica chiedendole aiuto: questa le chiese, di rimando, cosa avesse fatto tutta l’estate non avendo provveduto al cibo, al che la cicala rispose di aver sempre cantato; la formica, allora, replicò: «Allora adesso balla!».

testo da https://it.wikipedia.org/wiki/Cicadidae

Le porte di Udine

36501955_1547353715393370_3095025576063270912_oConoscete le #porte di #Udine?

Visto dall’alto, si nota facilmente che il centro storico è circondato da un’arteria stradale che lo racchiude come uno scrigno. Il tracciato di questo percorso segue il profilo dell’antica ultima cinta muraria che circondava e proteggeva la città. Di questa imponente struttura medievale, oggi restano le monumentali e suggestive porte di #Aquileia e#Villalta. Inoltrandosi poi nel cuore della città, ne ritroviamo altre due più antiche, porta #Manin e porta di #Santa #Maria.

Elena Rossi, nella sua “#Cartolina da #Udine”, ci racconterà oggi come la rapida crescita del centro urbano in epoca patriarcale ha reso necessario l’ampliamento della cinta muraria, tanto che in quattro secoli, dall’anno Mille al 1440, ne furono costruite ben cinque. Vi aspettiamo puntuali su Radio Spazio alle 10, alle 15 e alle 22.

da https://www.facebook.com/RadioSpazio103/

Fidenato story

14910568_10207858365359219_3063355158959135584_n
immagine da fb 

La forestale del FVG ha distrutto ,lunedì 9 luglio,le piante di mais Ogm di Giorgio Fidenato,paladino dei prodotti transgenici.Sono stati abbattuti 6 mila mq di mais a Colloredo di Montealbano e Vivaro su disposizione del ministero delle Politiche agricole.

 

Lo scorso 13 settembre la Corte europea di giustizia europea aveva condannato l’Italia per aver impedito le coltivazioni ogm.

Ora anche un studio certifica che il mais geneticamente modificato non è rischioso per la salute umana. Secondo la prima e più vasta analisi dei dati relativi a 21 anni di coltivazioni nel mondo“non c’è alcuna evidenza di rischio per la salute umana, animale o ambientale dal mais transgenico”. Pubblicato su Scientific Reports (Nature) e condotto da Scuola Superiore Sant’Anna e Università di Pisa, lo studio ha analizzato i dati sulle colture dal loro inizio nel 1996 fino al 2016, in Usa, Europa, Sud America, Asia, Africa e, Australia. “Questa analisi fornisce una sintesi efficace su un problema specifico molto discusso pubblicamente”, ha rilevato la coordinatrice della ricerca, Laura Ercoli, docente di Agronomia e Coltivazioni Erbacee all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna. Con lei hanno lavorato Elisa Pellegrino, Stefano Bedini e Marco Nuti….

continua https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/15/mais-ogm-non-e-rischioso-per-salute-umana-e-lagricoltore-fidenato-ora-faro-ricorso-allo-stato/4161681/

 

Friuli wikiquote

cropped-immagine11.pngIl Friuli è la regione della polifonia, delle voci aperte, liquide, che vanno lontano, mescolate in una dolce armonia e in una sequenza di accordi che sono entrambe incomprensibili per gli italiani più a sud, e soprattutto è la regione delle influenze culturali, linguistiche e musicali che giungono dall’Europa del nord. È una terra amabile e fertile, dove c’è abbondanza di vino e di cibo, dove innamorarsi è facile, dove la gente sta per molte ore nei caffè, unendo le voci in canzoni che sono gentili e vaghe, squadrate e dolci alla maniera austriaca, di stile slavo – uniscono le voci in lunghi, dolci accordi, con lacrime ubriache di vino e di piacere. (Alan Lomax)

da https://it.wikiquote.org/wiki/Friuli

friuli wikiquote

https://youtu.be/6gTqVduQ3CA

È fantasia dei friulani che la loro terra, con le montagne della Carnia, le colline dell’Udinese, la pianura, i paesaggi lagunari lungo la costa, le diverse razze e i colori vivaci di un tempo più antico del nostro, sia per se stessa un universo nella sua varietà. (Guido Piovene)

da https://it.wikiquote.org/wiki/Friuli