Musica e ballo resiani ♫♪

Una serie di immagini di suonatori e ballerini di Resia, nella tipica, originale danza, che assieme alla musica e alla parlata locale, costituisce il tratto identitario più forte della popolazione della bella valle sita nelle Alpi Giulie. Foto e video di Santino Amedeo

Perché il 10 agosto è la notte di San Lorenzo?💜

10592843_886903698056282_479227781530490154_n

vignetta di Moreno Tomazetig “La notte ha la sua forza”dal giornale Dom

Prima era una festa dedicata a Priapo, dio romano della fertilità. Oggi è quella di San Lorenzo, diacono romano martirizzato sulla graticola. Da sempre è una delle notti più magiche dell’anno, grazie centinaia di stelle cadenti ben visibili in cielo. Vediamo la storia della notte di San Lorenzo

La conosciamo come notte di San Lorenzo: un’ottima occasione per cercare un luogo appartato, poco illuminato, e osservare per ore il cielo in cerca di stelle cadenti. Per la tradizione cristiana, però, c’è ben altro: la notte del 10 agosto infatti è associata al santo di cui porta il nome, e le stelle cadenti ai tizzoni ardenti con cui fu trucidato sulla graticola. E a guarda bene, andando ancora più indietro con gli anni (come spesso capita) scopriamo che anche gli antichi romani avevano le loro leggende e tradizioni legate a questo periodo, in cui superstizioni a parte, è realmente presente una maggiore concentrazione di stelle cadenti nei nostri cieli. In attesa che arrivi una delle notti più magiche dell’anno, insomma, vediamo alcune curiosità, miti e verità scientifiche legate alla notte del 10 agosto.

continua…https://www.wired.it/scienza/spazio/2018/08/10/10-agosto-notte-san-lorenzo/?utm_source=wired&utm_medium=NL&utm_campaign=daily&refresh_ce=