Pubblicato in: FVG

Barzellette

http://www.donneincarnia.it/pianetauomo/barzellette.htm

Om cjasandrin(Ta ostarie al è l’om chel ch’al comande a cjase sô. Spes a cjase las roubas a no son propit cussì, anzit)

Bepi di Tumieç al ere un om dut cjasandrin
Taiut di presse e vie di corse a cjase. Une sere la cunbricule da ostarie a è rivade a incjiocâlu e a tignilu in gjangje fint a miegenot. Dut euforic al è partît par lâ a cjase cu l’idee fisse di incuadrâ la femine une volte par dutas.
Tal doman lu cjatin  di nûf ta l’ostarie.“E alore Bepi…cemut ese lade nossere?”
“Apene rivât a cjase, il prin lavôr j ài  seât un toc di porton cu la motosega”
“E la femine ce ti àe dit?”  “Tâs!…Subit dopo i sei lât tal salot e j ài spacât la television”
“E la femine ce ti àe dit?”
“Se tu vens a cjase mê tu cjatis immò la manarie inpirade ta lavatrice…”  “Sì, ma la femine ce ti àe dit?”
“Ma…par cumò a è a Lignan cun sô fie!!!”

Uomo di casa(Nell’osteria è l’uomo quello che comanda a casa sua. Spesso le cose non vanno proprio così, anzi!)

Giuseppe di Tolmezzo era un uomo tutto lavoro e casa: Un bicchiere di vino in premura e via di corsa a casa. Una sera la combriccola dell’osteria è riuscita ad ubriacarlo e a trattenerlo fino a mezzanotte. Tutto euforico è partito verso casa con l’idea fissa di sistemare una volta per tutte la moglie. L’Indomani lo trovano di nuovo nell’osteria. “E allora Giuseppe…come è andata ieri sera?”. “Appena arrivato a casa, come primo lavoro, ho segato un pezzo del portone con la motosega”. “E tua moglie cosa ti ha detto?”
“Taci… subito dopo sono andato in salotto e ho spaccato la televisione”. “E tua moglie cosa ha detto?” “Se vieni a casa mia trovi ancora la scure conficcata nella lavatrice…”. “Sì, ma tua moglie cosa ha detto?”
“Ma…per il momento è a Lignano con sua figlia!!!”

Pubblicato in: FVG

MA COSA INSEGNEREMO?

primo-giorno-di-scuola

Il governo propone di ridurre o addirittura togliere lo studio della storia e della storia dell’arte per risparmiare sui costi. Questo sarebbe un colpo gravissimo in un paese che vive di storia e arte. Non sapremo più distinguere lo stile di una chiesa, le opere che vi sono esposte, ai musei non sapremo distinguere tra i diversi pittori e la loro epoca, tra il tipo di governo al quale rispondevano o contestavano? Dovremo impararlo per cultura personale. Vediamo quanto può durare questo paese, con le sue ricchezze, violentato in ogni suo aspetto se non è capace di conoscere queste cose.https://docs.google.com/document/d/1UNIpptQfo6P-T4_z6DVx9Cq0hma8-t0LixjFhzK-p9c/edit

Ci troviamo all’interno del Parco delle prealpi Giulie nell’alta Val del Torre. La partenza è da Borgo Simaz, che si raggiunge una volta giunti a Musi seguendo le indicazioni presenti che indicano “Sentiero Natura Valle Musi”. Dove la strada asfaltata finisce inizia il sentiero indicato da un grande cartellone. Li’ si può anche lasciare l’auto. […]

via Sentiero Natura Valle Musi — Camminabimbi

Sentiero Natura Valle Musi — Camminabimbi

Pubblicato in: FVG

La lettera di Babbo Natale

Immagine

Manovra,Salvini:”Lettera Ue,aspetto quella di Babbo Natale”.Conte:manovra solida…ma dove?Ridi,ridi tu,tanto poi pagheremo tutti noi,anche quelli che non ti hanno votato!Fare dell’ironia in un momento così negativo per l’Italia non mi pare proprio il caso!

46523586_2001912709876262_3809944112505815040_o
vignetta da fb
Pubblicato in: FVG, minoranza slovena

Dal giornale Dom

Vecchio proverbio (esistenziale) delle valli del Natisone/Nediške doline:“Smo ku kapja ta pod viejo; sada smo, sada nas nije vič”. ” Siamo come la goccia che pende dal ramo, ora ci siamo, ora non ci siamo più”

46768455_2001845339859218_1133581906823086080_o
vignetta di Moreno Tomazetig