via ★★。¸.☆☆Buonanotte¸.☆☆

Annunci

★★。¸.☆☆Buonanotte¸.☆☆

Pubblicato in: attualità olgited, friuli, piante

Il fiore del mese:l’elleboro

1024px-Helleborus_niger_
CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=98834

Helleborus è un genere appartenente alla famiglia Ranunculaceae, noto col nome comune di elleboro; originario dell’Europa, del Caucaso e dell’Asia Minore.

Helleborus niger L. noto anche con il nome di Rosa di NataleElleboro nero e Erba rocca, pianta erbacea perenne alta 8-35 cm, velenosa, emana un odore acre, ha un rizoma corto e ingrossato di colore nerastro, ricco di radici, le foglie sono basali, lungamente picciolate, di grandi dimensioni, da oblungo-cuneate a lanceolate, coriacee a margine seghettato, di colore verde scuro, scapi floreali di colore rossiccio, con brattee ovali, sessili, i fiori sono singoli o a coppie, grandi apicali a forma di coppa, di colore bianco, rosa o rosso-porpora, con piccoli petali, tubulosi, e numerosi stami, con fioritura da gennaio ad aprile, i frutti sono follicoli rigonfi, muniti di rostri, e contengono numerosi semi oblunghi; vive nei luoghi erbosi e boscosi delle Alpi (dalla Val d’Aosta al Friuli).da https://www.wikiwand.com/it/Helleborus

Pubblicato in: friuli, letteratura, poesie

Dicembre

twain
immagine da http://www.cultora.it/10-scrittori-famosi-allopera-nelle-loro-stanze-domestiche/

Malinconico Siro Angeli (1913-1991) che parla dell’ultimo mese dell’anno dall’interno di una stanza (da L’ultima libertà)

Siro Angeli (Cavazzo Carnico, 27 settembre 1913 – Tolmezzo, 22 agosto 1991) è stato un poeta, drammaturgo e sceneggiatore italiano.

Dicembre nella stanza
vuota mi inoltra. Duole
agli occhi quel riflesso
di sole che si insinua

dalle persiane. Sole
sul bianco soffitto
due mosche immote stanno.
Ma la vita continua

dicono. Il raggio fruga
inquieto l’ombra, sfiora
il letto intatto. Dentro
lo specchio c’è una fuga

di oggetti che ti ignorano.
Rigermina, all’inganno
del raggio, una precaria
estate. Ed ebbre, adesso,

le mosche in una danza
d’amore e morte vanno.
La vita è così varia.
D’oro per un momento

palpitano nell’aria;

poi giù sul pavimento
scendono a capofitto
come la mia speranza.

https://blog.graphe.it/2015/12/01/dicembre-frasi-citazioni-poesie-proverbi