La Slavia friulana -Benečija sotto la repubblica di Venezia

Disegno acquerellato di parte della Slavia friulana di Giovanni Giacomo Spinelli, 1714 (Venezia, Archivio di stato, Provveditori alla sanità , b. 3, dis. 12)

veneta-2211_1
immagine da http://www.dizionariobiograficodeifriulani.it/spinelli-giovanni-giacomo/

Alcuni documenti che attestano l’autonomia della Slovenia Friulana sotto la Repubblica di Venezia
Gli Sloveni della Slavia Friulana si reggevano un tempo con proprie
leggi amministrative, economiche, politiche e giudiziarie. Avevano un governo
democratico con proprio Parlamento,coi loro sindaci. II Parlamento
della Slavia Friulana (allora chiamato Arrengo) si riuniva una o più volte all’anno, secondo i bisogni.I sindaci erano eletti dai capi famiglia che componevano le Vicinie (comuni), e questa si raccoglieva in ogni paese, in piazza sotto il tiglio, attorno ad una tavola di pietra (banka). Aggregati alla vecchia repubblica di Venezia nel 1421, la Serenissima confermò agli Sloveni delle nostre valli privilegi e diritti antichi non solo, ma ne aggiunse di nuovi, assicurandosi così la loro fedeltà. Cioè attestato da documenti irrefragabili, pubblicati dall’avvocato Carlo Podrecca, nella sua «Slavia Itaiiana».La lettera ducale del 16 luglio 1455 conferma agli Sloveni del Friuli lo esonerò dai contributi in legname. Dal Consiglio dei Dieci, 17 maggio 1532 fu comandato a Provveditore di Cividale del Friuli di «non permettere che gli uomini della villa di Landra vengano astretti ad alcuna fazione contro la forma dei loro privilegi».
Le lettere ducali del 31. 8, 1550,-10. 3. 1559, 12. 9. 1559 imponevano ai luogotenenti della Patria del Friu­li :
«NON ASTRINGERE GLI ABITATORI DELLE CONVALLI A GRAVARE E DI OSSERVARE
LE LORO SOLITE ED ANTICHE IMMUNITÀ ’».
Il decreto del 30. 9. 1622 al Provveditore di Cividale, «fa pubblicamente intendere come gli abitanti delle Convalli di Antro e Merso*vengono conservati esenti da ogni
dazio».Il decreto del 13. 9. 1660 dice:
«CHE SIANO MANTENUTI I PRIVILEGI INFINITE VOLTE CONFERMATI DAL SENATO».
Si potrebbe continuare nell’elenco,ma basta citare la «Terminazione»del 2. 4. 1788, approvata dal Senato il 12. 6- 1788 «LA S L A V O N IA , COME NAZIONE DIVERSA È SEPARATA DAL FRIULI, E SI GOVERNA DA SÈ».
E ciò non è altro che una conferma di quanto era stato stabilito già il 12 dicembre 1658 in cui la Serenissima separava questo territorio«NON SOLO D A L  T E R R IT O R I O DI CIVIDALE, MA DALLA PATRIA ANCO

dal giornale Matajur

2 pensieri riguardo “La Slavia friulana -Benečija sotto la repubblica di Venezia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.