Pubblicato in: friuli

E’ arrivata la neve…

Stamattina tutto il Friuli si è svegliata con una leggera coltre bianca,peccato che si sia quasi tutta sciolta,almeno a casa mia!Erano parecchi anni che a Pordenone non si vedeva.

50398039_10212538672530719_5275348685742407680_n
Montemaggiore di Taipana

foto di Mateja da fb

La frazione di Montemaggiore ( Brezje in sloveno) si trova nel comune di Taipana , in provincia di Udine .

Il paesino è collocato ai piedi della Punta di Montemaggiore – Gran Monte (m 1613) ad attenditudine di m 790. Attualmente vi risiedono circa 15 abitanti ma fino alla metà del secolo scorso era popolato da oltre 300 persone, in gran parte contadini e Allevatori. Questi ultimi, all’inizio di ogni inverno, si sono sposati con le mandrie e le famiglie nel villaggio più riparato di Srdregnobardo, dove sono state assegnate e in stalle che oggi sono in totale abbandono. Gran guerra della seconda guerra mondiale gran parte della popolazione fu costretta ad emigrare in Francia, Svizzera, Canada e perfino in Brasile. Il terremoto del 1976detto il finale finale a questo paesino che è stato quasi completamente abbandonato nonostante la ricostruzione avvenuta negli anni ’80. Gran parte delle case sono infatti usate prevalentemente nel periodo estivo. estivo.https://www.wikiwand.com/it/Montemaggiore_(Taipana)

Pubblicato in: cibi, friuli

Minestra di fagioli (ricetta)

img_20181027_130124-300x225
con questo freddo è l’ideale!

http://www.resianet.org/site/minestra-di-fagioli/?fbclid=IwAR0gaNjLuBhfq0kcDdGmqFzXQ6QmxzsVFH7RAqafHkNTvT-vL6GxdowgaPQ

Pubblicato in: dom, friuli, migranti, vignette

Restiamo umani (vignetta) di Moreno Tomazetig

Il mare non diventi un cimitero, per l’eccesso della pesca, per l’inquinamento, per i profughi…(restiamo umani).50681667_2445084979052231_7412109445376770048_o

Pubblicato in: dom, friuli, minoranza slovena

Servono progetti per 30 anni e più

dejan-presicek-web
ministro della Cultura del governo sloveno Dejan Prešiček

«Per risollevarci dalla pesante situazione demografica, sociale ed economica in cui versano le valli lungo il confine tra Italia e Slovenia servono progetti di lungo termine. Di trent’anni e più». Lo ha detto Alan Cecutti, sindaco di Taipana, presidente provinciale della Kmečka zveza e coordinatore del cluster transfrontaliero, intervenendo al 49° incontro tra gli sloveni della provincia di Udine e del Posočje, ospitato a Tolmin, sabato 19 gennaio. A Cecutti ha fatto eco Uroš Brežan, sindaco di Tolmin: «I giornalisti alle volte mi chiedono dove sono i risultati di questi nostri incontri, che reputano interessanti, ma fine a se stessi. Oggi rispondo che la costituzione del cluster è un grande risultato! Impensabile fino a poco tempo fa. Esso, infatti, avvia una collaborazione istituzionale sitematica, quotidiana e non solo su singoli progetti. Ci dà un modus operandi nuovo, diretto, per affrontare ogni questione. Comunque di concreto potrei citare la pista ciclabile (lanciata con il progetto Bimobis) in fase di realizzazione, l’Alpe Adria trail e altre iniziative in ambito turistico. E con i colleghi sindaci di entrambi i versanti si sono create intese che vanno oltre l’impegno istituzionale, che si sono trasformate in amicizie». Oratoire ufficiale è stato il ministro della Cultura del governo sloveno Dejan Prešiček (nella foto), che ha sottolineato la necessità di collaborare e nel contempo di conservare l’identità slovena in Benecia, Resia e Valcanale, nel rispetto delle altre lingue e culture, come insegnava mons. Pasquale Guion.
https://www.dom.it/s-projekti-glejmo-30-let-naprej_servono-progetti-per-30-anni-e-piu/?fbclid=IwAR2BXjrGiSq961Xrm-dcm19y6Y68RSAKnRlEMwn0FsIxCTsTPUigrLmL8G0

Pubblicato in: friuli, storia

Il giorno della Memoria

da wikipedia
Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell’Olocausto. È stato così designato dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005, durante la 42ª riunione plenaria. La risoluzione fu preceduta da una sessione speciale tenuta il 24 gennaio 2005 durante la quale l’Assemblea generale delle Nazioni Unite celebrò il sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto.Si è stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.https://it.wikipedia.org/wiki/Giorno_della_Memoria

 Scritto a matita in un vagone piombato
Qui, in questo convoglio,
io eva
con mio figlio abele
Se vedrete mio figlio maggiore
caino, figlio di adamo,
ditegli che io …
“No no: loro, senz’altro
erano esseri umani: uniformi, stivali.
Come spiegarlo? Creati furono a immagine di Dio.Io ero un’ombra.
Io avevo avuto un altro Creatore.E Lui, nella Sua grazia, non ha lasciato in me qualcosa di mortale.
E sono fuggito verso Lui, sono salito lieve, azzurro,
pacificato, direi quasi: scusandomi;
un fumo verso un fumo onnipotente
che non ha corpo né immagine”.
 260px-Auschwitz_I_entrance_snow