Osoppo (Udine)

Osoppo
forte di Osoppo https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Osoppo.JPG

Osoppo-Osôf in friulano è un comune di 2865 abitanti in provincia di Udine fa parte della storica regione del Gemonese.

Il comune si estende in un territorio prevalentemente pianeggiante di circa 22 km ,però vi sono 6 colline.I 3 rilievi principali sono : il forte di Osoppo,il colle di San Rocco e il Col Vergnâl.

Il forte di Osoppo, la cui vetta rappresenta il punto più elevato del territorio comunale, arriva a circa 330 metri di altezza. Dal paese e dal bosco che lo circonda partono numerosi sentieri, ma la principale via utilizzata per giungere in vetta è una larga e comoda strada che parte dal Borgo Ulivo.Il colle presenta 2 vette principali e numerose diramazioni e cime minori. Il punto più elevato è costituito dal Colle di Napoleone, sui cui versanti, dal tempo della dominazione veneta del Friuli e fino alla 2° guerra mondiale, si trovava una caserma. Il colle di San Rocco è il 2° rilievo per altezza nel comune. Nei pressi della vetta si trova una piccola Chiesa, dedicata appunto a San Rocco.

Il Col Vergnâl è un piccolo rilievo, situato nel territorio della Frazione di Rivoli di Osoppo. Buona parte del territorio comunale è ricoperta dal bosco, che è attraversato da numerosi sentieri e da un percorso ad anello su strada in terra battuta e ghiaia, lungo circa 7 km.

All’interno della zona boschiva del comune scorrono diversi torrenti, fiumi e canali. Il bosco è delimitato ad est dalle magredi del Tagliamento, il fiume più importante del Friuli. Tra i luoghi da visitare nel bosco, vi è sicuramente al primo posto la zona delle suggestive risorgive di Bârs. Osoppo è famosa anche per la crescita spontanea di numerose specie di orchidee spontanee nel bosco che la circonda.

Origini del nome

Numerose sono state le interpretazioni del nome della località, come le latine Os-Apertum(luogo aperto), Os-Oppidum (luogo fortificato), Os-Opum (luogo di ricchezze), Hyssopum (dalla pianta dell’issopo), Aus-opum (luogo presso il fiume), la preromana Os-Osis (da frassino), la gallocarnica Os-Hop (luogo per chiamare a voce alta).

Storia

Osoppo fu in ogni epoca strettamente legato al più celebre dei suoi colli, denominato “il Forte”, che fu sfruttato nei secoli per la sua posizione strategica sia come elemento del sistema difensivo militare, sia come luogo di controllo delle vie che attraversano la piana.

Anticamente era abitato dai Carni ,popoli Celtici,infatti hanno lasciato tracce nel friulano e nella cultura e tradizioni friulane…

La pedemontana friulana e la Carni (e di conseguenza Osoppo) furono conquistate dai romani durante il I secolo a.C (non si hanno notizie precise riguardo l’effettiva conquista del Gemonese da parte dei Romani, ma con buone probabilità avvenne fra il 115 ed il 50 a.C.)…

Osoppo fu invasa dai barbari dopo la caduta dell’impero romano, ma riuscì a resistere alle incursioni degli avari. Importante fu soprattutto la dominazione longobardi che interessò il territorio del Friuli (e quindi di Osoppo). In seguito alla dominazione longobarda Osoppo fu invasa dai Franchi, e successivamente dalle truppe del Sacro Romano Impero Germanico , di cui resterà a far parte fino al 1420, anno dell’invasione Veneziana Questi quasi 1000 anni di dominazione da parte di Germani, hanno lasciato molte impronte nella cultura e nella lingua friulana…

Nel 1420 Osoppo passò sotto la dominazione della Repubblica Veneta, che rafforzò le fortificazioni sul colle, facendone il suo baluardo difensivo settentrionale. ..

Durante i moti risorgimentali del 1848 Osoppo resistette per ben sette mesi agli Austriaci e al momento della resa ebbe l’onore delle armi dallo stesso avversario e fu insignita della medaglia d’oro al valor militare…

Fu sede di un presidio militare italiano durante la prima Guerra Mondiale, che fu poi abbandonato perché i militari e le armi presenti a Osoppo furono trasferiti sul fronte dell’Isonzo. Nel 1943 fu occupata dalle armate naziste e ciò le costò pesanti bombardamenti aerei. Durante la guerra di liberazione, Osoppo diede il nome alle formazioni cattoliche partigiane (Brigata Osoppo)…

Negli anni settanta raggiunse un buon livello di sviluppo economico con l’istituzione della zona industriale, ma i terremoti del 1976 infersero un altro duro colpo al paese: provocarono enormi crolli e danni, distruggendo l’80% delle abitazioni e uccidendo oltre 120 persone. Molti crolli furono favoriti dall’età avanzata degli edifici, che erano stati risparmiati dalle devastazioni delle guerre mondiali. Dopo il terremoto Osoppo venne riedificata completamente con criteri antisismici.

A Osoppo, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano centro-orientale, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 “Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana”

Eventi Rototom Sunsplash, Osoppo ospitava dagli anni novanta uno dei più importanti festival di musica reggae in Europa, si svolgeva all’inizio del mese di luglio presso il Parco del Rivellino. Dal 2010 il comitato organizzatore ha deciso di spostarlo a Benicàssim, in Spagna.

testo da https://www.wikiwand.com/it/Osoppo?uselang=it

Osoppo è chiamato anche “Il paese delle orchidee”

http://www.provincia.udine.it/notizie/alla-scoperta-delle-orchidee-spontanee-sabato-28-maggio-a-osoppo-l2019inaugurazione-di-tre-percorsi

Ad Osoppo c’è anche il “Teatro dalla Corte” diretto dalla compagnia teatrale Anà-Thema .

ANA’ – THEMA TEATRO Nuova Compagnia di Teatro d’Arte

La compagnia nasce nel 2006 ad Udine per volontà di un gruppo di giovani attori professionisti diplomati nelle prestigiose Accademie Teatrali Nazionali; dal 2009 diviene un nuovo punto di riferimento per il teatro giovane ed innovativo nella Regione FVG ed in Italia grazie alla gestione di Cjase di Catine a Villalata, un grande cascinale ristrutturato con sale polifunzionali; alla gestione della stagione del Teatro Vittoria a Fagagna ed all’apertura degli uffici a Palazzo Kechler ad Udine.

 

Dal 2012 Anà-Thema gestisce “LA CORTE DI OSOPPO”, un grande centro culturale con sale polifunzionali.

La compagnia lavora con importanti strutture teatrali in tutta Italia, collabora con molti comuni ed enti, portando il proprio lavoro in molte città. Il nome Anà-Thema nasce da una suggestione della lingua greco antica che significa “sospeso sulle parole”. L’obbiettivo della compagnia è dar vita ad un lavoro di professionalità e profondità in campo teatrale fatto di continua formazione, che affonda le radici nella tradizione e nella ricerca, attraversando importanti tematiche contemporanee.

Anà-Thema Teatro è diventato un centro importante di ricerca e formazione per i giovani del teatro grazie alla realizzazione, dall’anno 2007, del Campus Teatrale Internazionale che ha visto arrivare in Friuli attori provenienti da scuole di teatro di tutto il mondo (Italia, Brasile, Grecia, Spagna, Slovenia, Russia, Croazia, Francia, Kosovo, Rep. Ceca, Portogallo) con i quali sono stati realizzati spettacoli che hanno riscosso notevole successo…

https://www.anathemateatro.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.