Il lago di Cornino

foto di Mateja da fbcorninoLa Riserva ha una superficie di 487 ettari ed è inclusa nei territori dei comuni di Forgaria nel Friuli e Trasaghis; occupa buona parte dell’alveo del Tagliamento compreso tra l’abitato di Peonis e il ponte in prossimità di Cornino, per una lunghezza complessiva di quasi sei chilometri. Include prati e coltivi limitrofi agli abitati e si estende verso ovest interessando l’ampio anfiteatro roccioso sopra Somp Cornino, il lago e le ripide pareti e i coni detritici che, a nord, separano il Tagliamento dai rilievi. Pur raggiungendo quote modeste, i dislivelli sono rilevanti e vanno dai 170 metri sul livello del mare del fiume agli oltre 700 metri dell’altopiano di Monte Prat. Nelle vicinanze del centro visite è possibile visitare il Lago di Cornino, piccolo specchio d’acqua di origine carsica, da cui la riserva prende il nome.

Si effettuano visite guidate su richiesta, anche in inglese e tedesco.
PER VISITE DI GRUPPO E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE TELEFONICA AL NUMERO 0427808526
testo da https://www.facebook.com/pg/riservanaturalelagodicornino/about/?ref=page_internal

Museo diocesano e galleria del Tiepolo

50571608_1148787455283983_2315640160328351744_ohttps://www.facebook.com/347137045449032/videos/2184897498431759/

dalla pag di fb

Il Museo diocesano e gallerie del Tiepolo di Udine sono state fondate nel 1963 da Mons. Giuseppe Zaffonatoarcivescovo di Udine (19561972) con l’obiettivo di conservare e valorizzare i beni culturali ecclesiastici dell’arcidiocesi.La prima sede del Museo fu il seminterrato del seminario arcivescovile della città, ma già precedentemente al terremoto del 1976 si avviò il suo trasferimento nel palazzo Patriarcale, prima residenza dei patriarchi di Aquileia e poi (dal 1751) degli arcivescovi di Udine: questo edificio è uno dei principali monumenti della città friulana. Il palazzo, gravemente danneggiato dal sisma, è stato restaurato ed il Museo è ufficialmente aperto al pubblico dal 29 aprile 1995.Opere

La collezione comprende circa 700 opere, tra cui gli affreschi di Giambattista Tiepolo, che decorò alcuni ambienti del palazzo per volere del patriarca Dionisio Dolfin. L’itinerario museale si sviluppa su tre livelli…approfondisci https://www.wikiwand.com/it/Museo_diocesano_e_gallerie_del_Tiepolo
Giambattista Tiepolo (o Giovanni Battista o Zuan Batista; Venezia, 5 marzo 1696 – Madrid, 27 marzo 1770) è stato un pittore e incisore italiano, cittadino della Repubblica di Venezia. È uno dei maggiori pittori del Settecento veneziano.Tra i suoi figli vi furono i pittori Giandomenico e Lorenzo Tiepolo…approfondisci https://www.wikiwand.com/it/Giambattista_Tiepolo

Sono solo canzonette

fmjmZ_xu_400x400
immagine da twitter

Sono solo canzonette, ma qualcuno ritiene che si debba metter mano anche a quelle. Ecco allora il progetto della Lega che vuole inserire in radio una canzone italiana ogni tre internazionali. Cosa ne pensate? Leggete qui 

https://www.termometropolitico.it/1390936_2019-02-18-mahmood-fidanzato-biografia.html

Nascite a Clap e Farcadizze

Soleil-e-GoranIl 2019 si apre con il migliore degli auspici per le piccole comunità di montagna di Clap/Podrata e di Pian delle Farcadizze/Na Rounah, sopra Faedis/Faedis. Nelle due borgate, infatti, sono stati appesi rispettivamente un fiocco rosa e un fiocco celeste; il primo è per la nascita di Soleil, venuta al mondo il 20 gennaio scorso, durante l’eclissi, con la grande Luna rossa, e il secondo è per Simone, il cui arrivo è stato festeggiato lunedì 28 gennaio. Una festa per la montagna faedese, un segnale di grande speranza in tempi in cui non si fa che parlare di spopolamento, di giovani che decidono di emigrare all’estero per lavorare e di abbandono della montagna. I due nuovi nati hanno già due fratellini e i loro genitori sono fortemente impegnati nella valorizzazione delle borgate in quota. A Clap/Podrata sono Luca e Stefania Pantanali a essere in prima linea nella difesa del lavoro in montagna; Simone è il loro secondogenito e arriva a far compagnia a Samuele, che di anni ne ha due e mezzo e ha iniziato ad andare all’asilo. Soleil, la principessa delle Farcadizze/ Na Rounah, è la gioia del fratellino Goran e a far compagnia ai due pargoli ci sono i lupi di mamma Sara Zaro e di papà Ivica Cenčič; non mancano le zie, Martina e Irene, in un ambiente incontaminato e di rara bellezza come quello che si staglia oltre Bocchette Sant’Antonio.https://www.dom.it/rojstvi-na-rounah-in-v-podrati_nascite-a-clap-e-farcadizze/

Cartina_comune_di_faedis
https://www.wikiwand.com/it/Faedis