Rime libere

17191799_1565594056801475_7166901595325117677_oI bucaneve

Bianchi come la neve
siete i primi fiori
che spuntano dalla terra
dopo un inverno freddo e lungo.
Portate la primavera
che mi apre il cuore.
Verrà la nuova stagione,
gli uccelli canteranno  felici,
perchè troveranno una sposa.

 Zvončiči

Bijeli ku snieg
ste parve rožice
ke na velizejo z zemje
po marzli anu dougi zimi.
Parnašate velazim
ki mi odperja sarce.
Nova stagion bo paršla,
tiči   pojo an so veseli
zakuo so obrietli novo ženo.

(in dialetto dell’Alta Val Torre come lo parlo io)

Chiacchiere fra amici — natangelo

Comunque Mussolini aveva una sua vita interiore, fatta di dubbi, perplessità e spezzare le reni – da Il Fatto Quotidiano #mussolini #tajani #hitler #fascismo #cartoon #berghof #fattoquotidiano #natangelo

via Chiacchiere fra amici — natangelo

Invito all’incontro patrocinato dall’Anpi per presentare la pubblicazione della mia intervista ad Annibale Tosolini e parlare di contesti di vita e resistenza. Tarcento, 23 marzo 2019. — Non solo Carnia

‘E tu seis chi a contale Annibale’ … ho intitolato, utilizzando una frase della signora Bianca, la pubblicazione della mia intervista ad Annibale Tosolini, che mi ha narrato di contesti di vita passata e presente e della sua esperienza resistenziale nella Divisione Natisone, btg. Manin, comandato da Gino Lizzero, fratello del più noto Andrea, nome…

via Invito all’incontro patrocinato dall’Anpi per presentare la pubblicazione della mia intervista ad Annibale Tosolini e parlare di contesti di vita e resistenza. Tarcento, 23 marzo 2019. — Non solo Carnia

Riccardo Infanti⛷🗻

54463233_1911306165664788_5629415108040982528_n

 È carnico, di #Ravascletto, Riccardo De Infanti, il direttore tecnico della spedizione italiana ai Campionati #mondiali di #sci #Inas che si sono conclusi da poco in Francia. Si tratta delle gare della Federazione internazionale per atleti con #disabilità #intellettive.

Riccardo da tanti anni allena atleti con ogni tipo di disabilità facendoli sciare sulle piste dello Zoncolan. “I mondiali in Francia sono andati meglio del previsto”, ci ha raccontato sottolineando che sono state tre le medaglie conquistate, 2 bronzi e un argento, dai 4 atleti della spedizione azzurra: due maschi e due donne. Tra i convocati c’era anche Luisa Polonia, di Villa Santina, che purtroppo si è infortunata 10 giorni prima delle gare cadendo e facendosi male a un ginocchio, quindi per lei è stato necessario uno stop forzato.

https://www.facebook.com/pg/RadioSpazio103/posts/?ref=notif

Complimenti Riccardo Infanti!

Comunicare il cambiamento climatico

Abbiamo la certezza che i motivi del cambiamento climatico in atto siano da ricercare nelle azioni dell’uomo? Cosa c’entrano i combustibili fossili? Filippo Giorgi, climatologo, direttore della Sezione Fisica della Terra presso il Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” di Trieste, spiega cos’è il cambiamento climatico e cosa sono i gas serra, tra le principali cause del surriscaldamento globale, e delinea gli effetti globali e locali provocati sull’ambiente e i possibili scenari del futuro, sottolineando la necessità per il nostro pianeta di un rinnovamento delle politiche energetiche nel XXI secolo. Il video è stato realizzato nell’ambito del progetto di Legambiente FVG “Comunicare il cambiamento climatico”, grazie al sostegno della Regione FVG tra il 2017 e 2018.

Un febbraio tra i più caldi degli ultimi 15 anni. Le foto della primavera precoce

ezimba11101843221003

Trieste – Le medie climatiche dei primi due mesi del 2019 confermano la tendenza all’innalzamento globale delle temperature, un fenomeno che coinvolge in pieno anche la nostra regione.
In particolare lo scorso mese di febbraio alle nostre latitudini è stato caratterizzato da temperature superiori alla media stagionale, molto superiori al Nord Italia.

L’anomalia complessiva del territorio italiano è stata pari a +1,4° centigradi, che colloca questo mese di febbraio fra i più caldi degli ultimi 15 anni, anche se non il più caldo in assoluto.

Il Nord Est ha visto un anticipo di primavera, con un aumento rispetto alla media che si si è aggirato fra i +1 e +3 gradi centigradi sulle medie relative agli anni 1971-2000.

Questi dati sembrano confermare i risultati di uno studio dell’Arpa FVG condotto in collaborazione con le università di Udine e di Trieste, il Centro Internazionale di Fisica Teorica (ICTP), l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) e l’Istituto di Scienze Marine (CNR-ISMAR).

Lo studio, pubblicato lo scorso anno, prevede che alla fine del secolo corrente l’aumento della temperatura in FVG andrà dai da 2 ai 5 gradi, a seconda dello scenario analizzato.

Già ora si vedono le conseguenze sulla biodiversità: per quanto riguarda la vegetazione, esiste una forte riduzione dell’area interessata da specie tipicamente alpine e una forte espansione di quelle tipiche delle aree mediterranee e sub-tropicali; parallelamente sono stati osservati cambiamenti negli ecosistemi sia terrestri che marini, con conseguenti variazioni nelle produzioni nei settori dell’agricoltura, dell’allevamento e della silvicoltura.

Questo mese di febbraio è risultato poi decisamente secco: è piovuto appena il 60% della media circa, con ripercussioni gravi sui bacini idrici del nostro territorio.

Il fotoreporter Stefano Savini ci propone una galleria fotografica per toccare con mano gli effetti di un febbraio insolitamente mite.

https://www.ilfriuliveneziagiulia.it/un-febbraio-tra-i-piu-caldi-degli-ultimi-15-anni-le-foto-della-primavera-precoce/