Una cartolina da Mione (Ovaro)

29793057_838590793010223_8511134989552250887_n

dalla casa delle cento finestre di Mione (Ovaro) foto di Stefano Morandini

Palazzo Micoli Toscano si trova a Mione, località del comune di Ovaro, in provincia di Udine. Posto in bella posizione dominante la vallata, fu costruito su una precedente abitazione trecentesca, assai più modesta.Fu progettato dell’architetto Giovanni Battista Bassi (Pordenone 1792 – S. Margherita di Gruagno 1879), su commissione dei fratelli Giovanni Francesco e Giovanni Angelo Micoli-Toscano, eredi dei Toscjans, una famiglia che si presume proveniente dalla Toscana e che pare si fosse trasferita in Carnia nel Duecento in seguito ad una pestilenza. I Toscano aprirono un’osteria e poi entrarono nella produzione e commercio del legname, con un’impresa che divenne piuttosto florida e che consentì loro di acquisire una casa presente in questo luogo sin dal Quattrocento.I due fratelli imprenditori, affidando l’opera all’architetto, avevano dato l’ambiziosa indicazione di costruire “… una casa che fosse la più grande della Carnia: che sorpassasse le stesse case di pianura”. Il progettista così fece e diede inizio ai lavori. L’edificio venne terminato nel 1836. Sappiamo che sino al 1826 il nuovo palazzo conviveva con la vecchia casa, che fu poi demolita perché posta anteriormente ad esso, dove oggi c’è il giardino, verso la vallata.

La struttura di palazzo Micoli Toscano è quella della ville venete. Il complesso edilizio è composto anche da un vasto giardino che precede il palazzo e dallo “stalon” una bella costruzione rustica seicentesca usata originariamente come rimessa e scuderia.Visibile da lontano grazie alla sua posizione, si riconosce per il suo tetto a spioventi verde smeraldo (colore in genere riservato alle chiese) e le ben 107 finestre, tanto da essere conosciuto anche con il nome di “casa dalle cento finestre”.All’interno di palazzo Micoli Toscano troviamo l’interessante salone centrale, in cui si conservano degli affreschi e altre opere pittoriche, e la bella cucina tipicamente carnica, con il grande focolare. Ancora, una biblioteca e un salotto arredati con mobili d’epoca.Il palazzo Micoli Toscano, appartenente ancora oggi sempre alla stessa famiglia, si può visitare su richiesta alla Proloco di Ovaro.

csm_Micoli_68ca8a7a70

dhttp://www.comune.ovaro.ud.it/index.php?id=2841a

Il palazzo dei Micoli Toscano, realizzato dai “Toscjans” giunti in Friuli dalla Toscana per sfuggire alla peste, è stato concluso nel 1836 ed è oggi conosciuto come “La casa delle cento finestre”.Situato a Mione, grazie alla sua posizione dominante si offre subito allo sguardo di chi giunge ad Ovaro. La struttura dell’edificio, dalle facciate bianche, segnate dalle aperture regolari delle finestre e dal tetto verde smeraldo, è un esempio di casa padronale alpina, che richiama quella delle ville venete. Il complesso del palazzo comprende un ampio giardino ed un fabbricato rurale, lo “stalon”.

da http://www.viaggioinfriuliveneziagiulia.it/wcms/index.php?id=10748,0,0,1,0,0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.