Pubblicato in: FVG, video

Il Museo Cristiano del Tesoro del Duomo di Cividale

Avete mai visitato il Museo Cristiano del Tesoro del Duomo di #Cividale?
Oltre i beni Unesco, conserva anche una splendida pala d’altare del Pordenone. Siamo andati a visitarla per voi.

369px-Giovanni_Antonio_de_Sacchis_(Pordenone)_-_Noli_me_tangere_-_1524_-_Museo_Cividale_(Contrasto_33)
Di YukioSanjo – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16741640

Giovanni Antonio de’ Sacchis (Il Pordenone) – Noli me tangere – 1524 – Museo del Duomo – Cividale del Friuli

Il Museo diocesano cristiano e del tesoro del duomo di Cividale del Friuli (in provincia di Udine), allestito in alcuni locali adiacenti al duomo di Santa Maria Assunta, fu inaugurato nel 1946 per conservare le testimonianze storico-artistiche più rappresentative della scultura altomedievale, soprattutto di epoca longobarda…https://www.wikiwand.com/it/Museo_cristiano_e_tesoro_del_duomo_di_Cividale_del_Friuli

video da fb   https://www.facebook.com/Telefriuli/videos/2224943447551352/

Pubblicato in: FVG

A Nimis spunta una bandiera fascista

Il drappo con il simbolo della Repubblica Sociale Italiana è stato esposto per tre giorni in occasione del 25 aprile
A Nimis spunta una bandiera fascista

27 aprile 2019

Dal 24 al 26 aprile in una strada di Nimis è apparsa una strana bandiera tricolore. Molti cittadini e residenti non ci avranno fatto caso, ma si trattava proprio del drappo italiano raffigurante la Repubblica di Salò, il regime guidato da Benito Mussolini tra il 1943 e il 1945. La bandiera è rimasta esposta all’esterno di una casa privata per tre giorni di fila, anche durante la Festa della Liberazione, finché qualche cittadino più attento e solerte, notando l’aquila posta al centro della stoffa, ha avvisato dell’increscioso fatto la Questura di Udine.

Cosa rischia il responsabile? L’apologia del fascismo è un reato vietato dalla Costituzione Italiana. La legge n. 645 del 1952 sanziona chiunque promuova, organizzi o esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo e le sue finalità antidemocratiche. La norma prevede sanzioni detentive dai 18 mesi ai 4 anni.

autore: Giancarlo Virgilio

http://www.ilfriuli.it/articolo/cronaca/a-nimis-spunta-una-bandiera-fascista-/2/197569

Pubblicato in: FVG

Fondi ai corregionali all’estero, mazzata per l’Ente Friuli nel Mondo

Friuli nel mondo in Argentina
La Regione ha deciso il riparto tra le 7 associazioni. Fondo passato da 820mila a 770mila euro

27 aprile 2019

Cala la torta ma crescono le fette. E così le associazioni dei corregionali all’estero si trovano a fare i conti con meno risorse per la loro attività istituzionale. Non tutte, però. Perché a essere maggiormente penalizzato è proprio il sodalizio più grande e strutturato: l’Ente Friuli nel Mondo.

Da quest’anno è entrato in vigore un nuovo regolamento per il riparto dei finanziamenti, il cui testo definisce nel dettaglio le spese ammissibili e quelle no. Il fondo messo a disposizione dalla giunta Fedriga nel 2019 per la parte istituzionale (dai costi di amministrazione e segreteria a una serie di attività da svolgere in corso d’anno) è sceso da 820mila euro a 770mila. Risale, però, all’amministrazione Serracchiani la scelta di aumentare la platea dei soggetti beneficiari, riconoscendo dal 2017 anche la ‘Clape Friûl dal Mont’. Sono così salite ben a 7 le associazioni che mantengono i rapporti con i corregionali all’estero e i loro discendenti. Ma ecco quanti soldi andranno quest’anno…
Stessa sorte, seppur in misure limitata, anche per l’Unione emigranti sloveni (Slovenci po Svetu) la cui quota passa da 85mila a quasi 80mila euro, ma soltanto in questo caso la stessa legge definisce un minimo del 10,37% rispetto al fondo complessivo…continua http://www.ilfriuli.it/articolo/cronaca/fondi-ai-corregionali-all-quote-estero,-mazzata-per-l-quote-ente-friuli-nel-mondo/2/197560


Alla scoperta di uno degli elementi naturali più spettacolari del Friuli Venezia Giulia e – da un punto di vista geologico – sicuramente il più interessante sistema carsico del nostro territorio. Avvicinamento: Provenendo da Tarcento, si percorre la Valle del Torre seguendo le indicazioni per Villanova delle Grotte. Arrivati al terminal delle Grotte (visitabili solo […]

via Abisso Vigant — Camminabimbi

Abisso Vigant — Camminabimbi

Pubblicato in: FVG

Giornata mondiale sicurezza sul lavoro: 24 i morti in Fvg nel 2018

Un totale di oltre 15mila infortuni. In regione anche un triste primato per Gorizia

Giornata mondiale sicurezza sul lavoro: 24 i morti in Fvg nel 2018

27 aprile 2019

In occasione della Giornata Mondiale della Salute e della Sicurezza sul Lavoro, che si celebra il 28 aprile, dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro ha fatto il punto. L’anno scorso nella nostra regione si sono verificati 15.111 infortuni, il 2,8% in più rispetto al 2017. Di questi 24 hanno avuto esito mortale, saliti nel numero del 14,3%, portando così l’incidenza a 1,6 ogni mille incidenti, dato leggermente superiore rispetto alla media nazionale. L’anno scorso in Italia sono stati registrati 542.743 infortuni, in aumento dello 0,6%, dei quali 786 con esito mortale. Sull’altro fronte, quello delle malattie professionali, la provincia di Gorizia conquista una triste maglia nera: l’incidenza di tumori sul totale delle patologie denunciate è pari al 22,5%, fenomeno legato alla questione ‘amianto’. Più distanti le altre provincie: Trieste al 30° posto con il 7%, Udine al 46° posto con il 4,3% e Pordenone al 57° con il 3,5 per cento.