Pubblicato in: FVG, minoranza friulana

Poesie friulane/Vilòtis di guère (Villotte di guerra)

Friùl
da pinterest

Lis montagnis in coròne
bièl turchinis di colór,
e la név de mònt Çhanine
che sòt sère ’e fàs splendór;


e, par tant ch’al còri il vóli,
cuànd che il cil al è plui clar,
pràds e çhamps, paisùls e gravis,
e il barlùm lontàn dal mar.

Dòme, un rèful di chèl àjar
nus darès cuàlchi solév;
dòme il sal des néstris aghis
studarès la néstre séd;

dòme un raj di chèl soréli
sçhaldarès i néstris uès;
dòme un bùs di chés polzètis
torna zòvins nus farès.

https://it.wikisource.org/wiki/Poesie_friulane/Vil%C3%B2tis_di_gu%C3%A8re/Fri%C3%B9l#pagename95

Ercole Carletti – Poesie friulane (1920)

traduzione letterale

Una corona di montagne/di un bel color turchino/e la neve del monte Canin/in tutto il suo splendore verso sera ;/e tanto che scorrano gli occhi/quando il cielo è più chiaro/prati e campi,paesini e grave/e il luccichio lontano del mare./Solo un refolo di quell’aria/ci darebbe qualche sollievo/solo il sale delle nostre acque /spegnerebbe la nostra sete/solo un raggio di quel sole/scalderebbe le nostre ossa…

il Canin da Stolvizza di Resia/Solbica
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Resiatal_Monte_Canin_7072007_55.jpg#/
media/File:Resiatal_Monte_Canin_7072007_55.jpg

* Il monte Canin (mont Cjanine in friulanoKanin in slovenoCjanen in resiano), è una montagna delle Alpi Giulie alta 2.587 m s.l.m. Segna il confine fra provincia di Udine (comuni di Resia e Chiusaforte) e la Slovenia (comune di Plezzo) ed è l’ultimo massiccio montuoso delle Alpi Giulie in territorio italiano…https://www.wikiwand.com/it/Monte_Canin

*Le Grave terreno sassoso adatto per la coltura delle viti

La villotta alla friulana (o vilote furlane) è una manifestazione di cultura tradizionale, all’inizio tramandata oralmente.

In Friuli invece il canto popolare era indicato con i termini “cjançon”, “cjançonete”, “cjantose” e, in Carnia, anche con “danze” e “raganiza” (filastrocca). Questo tipo di canto non era solo in friulano, ma anche in veneto e, nelle zone di confine nord-orientale, anche in tedesco e sloveno. Dal punto di vista poetico la villotta è composta da 4 ottonari a rima alternata ed è equivalente ai rispetti ed agli strambotti dell’Italia centromeridionale. A Ermes di Colloredo poeta, autore di versi ottonari si attribuisce il momento di passaggio della villotta da espressione folklorica a produzione d’autore, fu infatti la studiosa e musicologa Ella von Schultz-Adaïewsky ad analizzare il fenomeno Villotta agli inizi dell’Ottocento arrivando alla definizione di una cronologia nell’evoluzione della produzione villottistica da fenomeno di tradizione orale a produzione compositiva d’autore…https://www.wikiwand.com/it/Villotta_(musica)

Pubblicato in: FVG, letteratura italiana, minoranza friulana

Poesie friulane/Morosèz e matèz (scherzi)

Mi plâs di misurà, dì pur dì, ce ch’al rèste

Mi plâs di misurà, dì par dì, ce ch’al rèste
dal néstri amór, in fóns dai tiei vói di frusìn.
Ué ti lèj ançhimò tal cur: fórsi ’e jé chèste
l’óre plui clare, l’ùltime, che nus lasse il destìn.

Ercole Carletti 1920

https://it.wikisource.org/wiki/Poesie_friulane/Moros%C3%A8z_e_mat%C3%A8z/Mi_pl%C3%A2s_di_misur%C3%A0,_d%C3%AC_pur_d%C3%AC,_ce_ch%27al_r%C3%A8ste

traduzione letterale

Mi piace misurare,giorno per giorno ciò che resta/del nostro amore,in fondo ai tuoi occhi./Oggi ti leggo ancora nel cuore:forse è questa /l’ora l’ora più chiara di bambino,l’ultima che ci lascia il destino.

Pubblicato in: FVG

Mamma-Mati-Mutter-Mari

mia madre a 25 anni
Domani è la la festa della MAMMA/ ripropongo la poesia postata l’anno scorso

Mamma,parola sulla bocca di ognuno
bimbo ed anziano che sia.
Quando il giorno sta per finire
e la luce si affievolisce,
i miei pensieri ritornano indietro,
quando io e te parlavamo come sorelle.
Quanto tempo è passato da quel dì,
quando tu, mamma, in silenzio
te ne andasti senza far rumore.
La tua troppo breve esistenza
è stata difficile, dura,coerente ed onesta.
Oggi ,dopo tanti anni,
capisco più di allora i tuoi insegnamenti.
In una poesia mi  hai raccomandato
di mantenere la mente sana e il cuore puro,
sì cara madre, queste parole sono il tuo testamento
che non sarà mai dimenticato.

Olga
La festa della mamma è una ricorrenza civile in alcuni Paesi del mondo, celebrata in onore della figura della madre, della maternità e dell’influenza sociale delle madri.
https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=80290
di William-Adolphe Bouguereau (1825-1905)

Non esiste un unico giorno dell’anno in grado di accomunare tutti gli Stati in cui l’evento è festeggiato: in quasi due terzi di questi Paesi la festa è celebrata nel mese di maggio, mentre circa un quarto di essi la festeggia a marzo…

In Slovenija si festeggia il 25 marzo .

In Italia la festa cade la seconda domenica di maggio..

In Italia

La festa della mamma come la si intende oggi è nata invece a metà degli anni cinquanta, una legata a motivi di promozione commerciale e l’altra invece a motivi religiosi…https://www.wikiwand.com/it/Festa_della_mamma

Pubblicato in: FVG

Vini del Friuli

foto personale vignetoin prov.di Pordenone


Grande sviluppo ha avuto la viticoltura, con una produzione di qualità, e vini che competono con i più nobili del catalogo nazionale. A questo proposito va ricordato che il Friuli è sempre stato celebre, fin dall’epoca romana, per i suoi vini. Se i rossi friulani sono squisiti, i suoi eccezionali vini bianchi non sono da meno e da sempre sono apprezzati in tutto il mondo e considerati all’unanimità fra i migliori in Italia. Altra produzione di qualità è quella casearia, con formaggi di grande rinomanza, e quella ortofrutticola. Negli ultimi decenni si è diffusa la coltivazione del mais con rese unitarie da assoluto primato internazionale.
Nella tabella si espongono i dati, prodotti a cura delle Camere di commercio di Udine, Pordenone e Gorizia, relativi agli ettari di produzione, nell’anno 2003, di vino friulano a denominazione di origine controllata (doc) ed a denominazione di origine controllata e garantita (docg).

Zona di vino doc/docgSuperficie in ha
Friuli, Grave6.047,85
Colli Orientali del Friuli2.071,18
Collio1.390,93
Friuli, Isonzo1.281,82
Friuli, Aquileia763,29
Friuli, Latisana264,92
Friuli, Annia81,04
Ramandolo60,41

Produzione di vino doc/docg friulano
(fonte: Camere di commercio di Udine,
Pordenone e Gorizia, 2003)

https://www.wikiwand.com/it/Friuli-Venezia_Giulia

da pinterest
Pubblicato in: FVG

No, NON avete ragione, cari miei RAZZISTI

Siete persone frustrate, perché andate in giro con la rabbia in gola, pronta a vomitarla addosso a qualcuno, anche se poi siete voi stessi a puzzare di vomito.

Vauro

Siete persone vigliacche perché ve la prendete con bambini, donne e anziani, ma anche uomini adulti, che spesso sono indifesi, come i soggetti precedenti.

Siete persone egoiste perché pensate che i vostri diritti vengano prima di quelli degli altri, come se foste abitanti di quelle nazioni dove degli individui orribili picchiano, violentano e uccidono altri esseri umani.

Siete persone deboli e tristi, perché evitate di guardare in faccia alla realtà, tentando maldestramente di nasconderla, e ricercate la vostra felicità solo calpestando quella altrui.
Non guardate oltre il vostro naso, oltre il vostro confine, oltre quel limite territoriale che fu creato solo per mettere un popolo contro l’altro.

Non meritate neanche il mio odio, perché così acquistereste importanza. Andreste tutti ignorati, oppure trasportati in quei luoghi orribili dove altri esseri umani vivono ogni minuto della giornata nella sofferenza e nella paura.
Siete riusciti persino a trasformare un termine di pace in un insulto (“buonismo”), ma ci siete riusciti solo perché siete persone informate poco e male.

Vi auguro di veder in faccia la realtà e, forse, capire quanto eravate stupidi quando eravate razzisti.
In fondo…ma in fondo in fondo in fondo, anche voi appartenete al genere umano.

Daniele Lapenna Il Ventunesimo Secolo – XXI secolo – Blog d’Informazione Sito web di notizie e media https://ilventunesimosecolo.blogspot.com/

pag fb http://Il Ventunesimo Secolo – XXI secolo – Blog d’Informazione