Pubblicato in: ambiente, friuli

La difesa dei torrenti alpini

Aran Cosentino, sedici anni, membro del coordinamento nazionale del movimento #Fridayforfuture, racconta la sua battaglia per la difesa dei fiumi di montagna dalla pressione del minidroelettrico

Aran Cosentino e il torrente Alberone

Sono ormai rari i corsi d’acqua ancora naturali sulle Alpi. L’acqua viene portata via e immessa nei tubi per fare energia. Fortunatamente in queste valli colpite dallo spopolamento si alzano voci contrarie, cittadini che hanno creato comitati per non farsi portare via l’acqua, valore simbolico dell’anima del paesaggio montano. Queste persone con la loro passione e attaccamento alla montagna sono riuscite nella maggior parte dei casi a salvare il torrente della propria valle. Io sinceramente mi ritengo affetto da questa forma umana di idrofilia, vedo nella semplicità di un torrente qualcosa che gli altri non vedono. 

Mentre il numero delle centraline è continuato a salire, non si può dire altrettanto del volume della loro produzione che è rimasto invariato, quando non è addirittura diminuito. La quantità di pioggia annuale sta diminuendo e le centraline stanno aumentando, è un fatto preoccupante. Oggi solo il 2% dei corsi d’acqua italiani si trova ancora in condizioni di elevata naturalità.

Costruire una centralina anche se piccola in uno di questi torrenti significa svuotare il letto del fiume e mettere a rischio la flora e la fauna viventi in quel tratto di torrente. A questo ritmo in un futuro vicino non ci saranno più torrenti balneabili e non si potrà godere di acqua pura che sgorga dalle sorgenti sempre più rare. Tutti devono rendersi conto di questo problema, sembra piccolo ma è dai torrenti che nasce la vita, l’acqua è il nostro principio vitale…continua https://www.lastampa.it/2019/05/01/scienza/la-difesa-dei-torrenti-alpini-ilAmywddI6H0wyrHtGVbCO/pagina.htmlLa difesa dei torrenti alpiniAran Cosentino, sedici anni, membro del coordinamento nazionale del movimento #Fridayforfuture, racconta la sua battaglia per la difesa dei fiumi di montagna dalla pressione del minidroelettricolastampa.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.