Il Ministero degli esteri sloveno al festival MetalDays di Tolmino

Tra i protagonisti del MetalDays che si sta svolgendo a Tolmino (terminerà sabato 27 luglio) non ci sono solo i musicisti, ma anche il Ministero degli esteri sloveno che, nell’ambito di un progetto della Commissione europea che coinvolge diversi festival estivi in diversi paesi, sta promuovendo in modo interattivo, con varie attività e giochi, gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. Oggi è a Tolmino anche l’ambasciatore del progetto promozionale Robert Kranjec, ex saltatore con gli sci. Va aggiunto che il festival MetalDays è da sempre attento alla questione ambientale ed ha ricevuto negli ultimi tre anni dei riconoscimenti nell’ambito dei Greener Festival Awards. https://wordpress.com/read/blogs/113812700/posts/11826

buona serata

https://poetyca.wordpress.com/2019/07/25/%e2%98%85-%cb%9b-%cb%9a%e2%99%a5-buona-serata-%e2%98%85-%cb%9b-%cb%9a-%e2%99%a5-8/

20 anni fa incominciava alla Camera dei deputati la discussione della legge di tutela della minoranza slovena

Venti anni fa alla Camera dei deputati iniziava la discussione del disegno di legge per la tutela della minoranza slovena. La Sala di Montecitorio era praticamente vuota, con sei membri partecipanti al dibattito, il governo del presidente Massimo D’Alema era rappresentato dal ministro dello Stato Katia Bellillo. L’atmosfera era ancora molto brutta, tuttavia,la discussione si è conclusa nel febbraio 2001 con l’adozione della legge di tutela al Senato.

Il dibattito alla Camera fu introdotto dalle parole incoraggianti del relatore della legge, ora defunto democratico di sinistra Domenico Maselli.Il dibattito alla Camera dei deputati è continuato fino il 20 settembre 1999.

tradotto in proprio da https://www.primorski.eu/se/o-slovencih-v-prazni-dvorani-LY302962?fbclid=IwAR2AuR4glDNVXJCofE2kMXMji0yP-SL4L6vWtjjCE2ABHau2ZUTYHysg1y0

Picchi di bollino rosso

Oggi in Friuli si potrebbe raggiungere i 36 gradi.Stamattina sulla mia terrazza c’erano 40°.Ma i metereologi dicono che questa ondata di caldo durerà poco,si prevede un notevole calo di temperature da sabato con temporali e spero non grandine e trombe d’aria.

C’è anche Trieste tra le città italiane nelle quali scatta la massima allerta per il caldo. Tra oggi e domani, diverse le località della Penisola sono state contrassegnate dal bollino rosso del Ministero della Salute. I centri urbani da “sos caldo” oggi sono Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia e Torino. Giovedì, invece, l’afa potrebbe mettere a rischio la salute anche nel capoluogo giuliano, a Bologna, Frosinone, Genova, Pescara, Rieti, Roma e Verona.

Le previsioni parlano di temperature che potrebbero arrivare fino a 40 gradi nelle isole, con picchi invece di 36-38 gradi nella pianura padana.

Per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia, certo farà molto caldo, ma il previsore di TelefriuliMarco Virgilio, tende a rassicurare. “L’anticiclone africana si farà sentire anche sul nostro territorio – spiega – ma difficilmente saranno superati i 36 gradi. Sarà una settimana calda, che si concluderà con temporali nel wekend in montagna”.

https://www.ilfriuli.it/articolo/cronaca/allarme-caldo,-torna-l-quote-anticiclone-africano/2/203496

Giulio Regeni: uno striscione day per la verità in tutti i Comuni d’Italia?

di Marco Barone (sito)

Giulio era di Fiumicello, piccolo paese friulano, che, prima di altri, pose la bandiera a lutto. Lutto per il barbaro omicidio posto in essere da apparati del regime dittatoriale egiziano ancora oggi al potere, contro un suo cittadino. Cittadino del mondo, che amava il popolo egiziano, cittadino di questa piccola e complessa regione italiana, che aspira sempre a ritagliarsi un ruolo di ponte tra Est ed Ovest, anche se oggi sorgono più muri che ponti. Una regione che prima di tutte le altre dovrebbe dare l’esempio, l’esempio di solidarietà attiva per il difficile cammino per la verità per Giulio. Ad oggi, sono tanti i casi positivi, ma fanno notizia, purtroppo soprattutto quelli negativi, quelli che hanno comportato una vergognosa rimozione di quello striscione dal Municipio di Trieste, nell’ottobre del 2016, dal palazzo della Regione del FVG, a giugno 2019. Ci sono Comuni che lo espongono, tanti, altri, che lo hanno tolto, altri, mai esposto. Da ricordare che il 4 aprile del 2016 Piero Fassino, in veste di sindaco di Torino e di presidente di Anci firmò il documento redatto da Amnesty International per la campagna ‘Verità Per Giulio Regeni’… https://www.agoravox.it/Giulio-Regeni-uno-striscione-day.html?fbclid=IwAR10O2S6jdzkTJocZeHwBjC1y0HZ-Qi3t9G4kUMqHPa2xm1p2IRK2c0GRW4

Lusevera/Bardo meno fondi comunali per il Centro Ricerche slovene

Municipio di Lusevera/Bardo

IL 6 LUGLIO la nuova giunta comunale ha deciso di distribuire in altro modo i fondi per il Centro Ricerche Culturali e l’Associazione ex emigranti.La giunta presieduta dal sindaco Luca Paoloni ha ribaltato le posizioni dell’ex sindaco Guido Marchiol.E’ un vero peccato non sostenere queste due associazioni che si prodigano per la tutela del dialetto sloveno della Val Torre/Terska dolina.La notizia che non mi ha per nulla sorpreso conoscendo le idee del vice sindaco che mi aveva più volte attaccato in fb nei post da me pubblicati.

Il centro ricerche culturali/Center za kulturne raziskave è stato fondato nel 1967. I fondatori mostrarono un grande coraggio nell’ affrontare un’atmosfera ostile, perchè difendevano e promuovevano l’uso della lingua, della cultura della minoranza slovena nella valle dell’Alta Val Torre. Se oggi l’atmosfera è cambiata, se le leggi riconoscono la lingua slovena nelle nostre valli e sono designate dalle nostre autorità come “valore aggiunto”, lo dobbiamo ai fondatori del Centro di ricerca culturale di Bardo.Mentre nella Slavia l’atmosfera è cambiata ,qui a Lusevera siamo ritornati indietro!Ma il lavoro continuerà ,non sarà certo una decisione della nuova giunta a spaventare i promotori,sono persone che ne hanno passate tante ,quindi sono temprate anche alle ostilità.

Esplora il lago di Sauris e vivi un’esperienza unica

Dume dume ame zahrar zea” significa in saurano “tutto intorno al lago”, ed è lo slogan scelto per descrivere le tante opportunità che si possono trovare quest’estate a Sauris.

Nei giorni scorsi hanno iniziato le nuove attività di sailing in località La Maina; giusto dopo l’ultima galleria, quando ai nostri occhi  la vista si apre al lago e alle sue meravigliosi acque turchesi, che invitano ad una sosta per godere di questo splendido panorama incantato.

Il Comune di Sauris insieme a quello di Ampezzo e al famoso Albergo Diffuso di Sauris, hanno organizzato nuove attività sul lago adatte agli appassionati della vita all’aria aperta e dello sport, ma anche per le famiglie e i bambini.
Oltre al relax e alla pace, di scoprire il lago di Sauris da una prospettiva nuova: con canoe e canoe canadesi, sup, ma anche pattino e barca a vela.

Siamo a 977 metri di altitudine e il clima in estate è ideale per vivere il lago ed esplorare tutti i suoi angoli, anche con le guide naturalistiche specializzate e sui social .

 Non dimentichiamo però che a Sauris possiamo sollecitare tutti i sensi e quindi possiamo degustare la famosa birra ed il prelibato prosciutto affumicato.

https://www.turismofvg.it/FVGLivexperience/Esplora-il-lago-di-Sauris-e-vivi-un-esperienza-unica