Pubblicato in: saluti

★ *˛ ˚♥ Buona serata ★ *˛ ˚♥ — tavolozza di vita

★ *˛ ˚♥ Buona serata ★ *˛ ˚♥ — tavolozza di vita
Pubblicato in: fotografie, friulimultietnico, luoghi

Svete Višarje – Monte Santo di Lussari – Luschariberg

Di Tiesse – Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4914986

Il Monte Santo di Lussari (1.790 ms.l.m. – detto anche Svete Višarje, “Le sante alture”, in slovenoMont Sante di Lussari in friulano e Luschariberg in tedesco) è una montagna delle Alpi Giulie. Si trova nel comune di Tarvisio (UD), a sud della frazione di Camporosso

Di Janezdrilc – Opera propria, CC0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=50284182

https://www.wikiwand.com/it/Monte_Santo_di_Lussari

Pubblicato in: friuli

Eliminato dalla home del sito della regione #FVG il logo#VeritàperGiulioRegeni Giulio Siamo Noi

Prima, c’era. Era grande. Poi, a novembre 2018 c’è stata una prima riduzione di spazio. Ma era pur sempre nella home del sito. Ora, in questa estate, dopo la rimozione avvenuta dalla facciata del palazzo della Regione FVG, nonostante 50mila firme raccolte in tutta Italia per chiederne la restituzione dello striscione verità per Giulio, è stato anche eliminato dalla home del sito della Regione il logo verità per Giulio Regeni.Un vuoto che dopo tre anni non poteva che colpirti.

E ti ha colpito. Si potrà trovare un messaggio sul punto solo nella sezione dedicata al Consiglio Regionale del FVG.

Insomma, sicuramente in Egitto saranno tutt’altro che infelici di questa ennesima scelta, di questo ennesimo vuoto, di questa ennesima riduzione di spazio che non aiuta certamente la difficile battaglia per conquistare verità e giustizia di un nostro ragazzo, massacrato da un regime criminale. Dove è finito il prima gli? Dove? Per un solo attimo, dico un solo attimo, mettetevi nei panni della famiglia di Giulio. Quante ne deve subire ancora? Gli hanno massacrato un figlio, lo Stato Italiano si muove a rilento,  con estrema lentezza, quando questa dovrebbe essere una delle sue priorità, la Regione di Giulio che dovrebbe dare per prima l’esempio degli esempi, sembra voler tirare i remi in barca, trincerandosi dietro la scusante di fantomatiche strumentalizzazioni, togliendo striscioni e quant’altro, e l’Egitto criminale continua a fare i suoi comodi porci prendendo in giro il mondo intero. Dire vergogna, è dire poca cosa.
mb

https://xcolpevolex.blogspot.com/

Pubblicato in: ambiente, friuli, turismo

Alla scoperta del Canin

Mercoledì 7 agosto il Parco naturale delle Prealpi Giulie propone un importante appuntamento con la natura in una delle zone più spettacolari della nostra regione.

Di JakobZ – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1472275

Alle 9 di mattina partirà da Sella Nevea un’escursione guidata alla scoperta dei segreti dei residui glaciali del Monte Canin, dei suoi habitat e della sua straordinaria flora. L’iniziativa prende il nome di VITA NEI GHIACCI e consentirà a tutti i partecipanti di immergersi nello straordinario paesaggio carsico di questa parte delle Alpi Giulie, apprendendo come questa area possa anche fornirci molteplici indicazioni sull’evoluzione del clima nella nostra regione.

Tutto ciò sarà possibile grazie all’accompagnamento di esperti che illustreranno le caratteristiche dell’area e delle specie che in questa vivono.

L’appuntamento si inserisce nella più ampia cornice del progetto Interreg NAT2CARE. Un’iniziativa che vuole mettere in risalto e far aumentare la consapevolezza sugli aspetti naturalistici delle aree montane al confine fra l’Italia e la Slovenia. Territori di straordinario valore ed interesse internazionale.

L’escursione, GRATUITA ad eccezione del costo del trasporto in funivia, avrà una durata effettiva di circa 5 ore a partire dall’arrivo in quota al Rifugio Gilberti.

È necessaria però l’iscrizione entro le ore 16.00 di lunedì 5 agosto chiamando gli uffici del Parco allo 0433 53534 o mandando una mail a info@parcoprealpigiulie.it.

Calzature e abbigliamento da montagna adeguato sono obbligatori.

http://www.museoluseverabardo.it/event/festa-per-un-amico-pradielis-2019-2/?event_date=2019-08-07


Pubblicato in: articolo, cultura, friuli

Cisint a caccia di “insegnanti di sinistra”

http://www.pdfvg.it/cisint-a-caccia-di-insegnanti-di-sinis…/PDFVG.ITCisint a caccia di “insegnanti di sinistra”

“La sindaca Cisint vuole dare una stretta alle libertà individuali e far sì che la Lega attui un controllo invasivo sulla società civile e nella vita quotidiana, attraverso le amministrazioni locali come al Governo nazionale. Così a Monfalcone, anche prendendo di mira la scuola, si sta realizzando con fredda coerenza la ‘società illiberale’ di Orban e Salvini”. Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc, commentando l’iniziativa della sindaca del Comune di Monfalcone (Gorizia) Annamaria Cisint, la quale ha annunciato l’avvio di un servizio di “ascolto riservato” al quale si potranno rivolgere studenti e genitori per riferire di eventuali critiche rivolte all’Amministrazione comunale da parte di insegnanti “di sinistra”.

Rojc: è questa la regionalizzazione della scuola che vuole la Lega?

A Monfalcone la leghista Cisint apre la caccia alle streghe contro gli “insegnanti di sinistra” che secondo lei infestano le scuole pubbliche. Studenti e famiglie invitati a segnalare docenti “di sinistra”! Vietato pensare, vietato criticare: ecco la società di Salvini e Fedriga.

Chiedendosi “se sia questo il retropensiero della destra sulla regionalizzazione della scuola”, la senatrice indica che “oggi si cercano delatori per scoprire gli ‘insegnanti di sinistra’, domani tocca a qualche ‘sindacato che fa politica’, poi arriva il censimento delle minoranze e da lì il campo di caccia è libero. Che bisogno ha un partito quotato verso il 40% di andare a scovare qualche insegnante che magari ha la colpa di dirsi antifascista, come fosse una bestemmia? Questa – sottolinea la parlamentare – è la domanda decisiva, e la risposta è semplice: nessun regime tollera voci fuori dal coro, nemmeno minoritarie“.

“Cisint è data come candidata in pectore alla successione a Fedriga e – osserva Rojc – fa a Monfalcone esperimenti di futuro regime, in cui le opinioni politiche sono elemento di discriminazione, demonizzazione e ghettizzazione. Si viene ‘schedati’ in base all’etnia, alle opinioni, alla religione, magari – conclude – anche se sei un cattolico che ascolta Papa Bergoglio“.

Tatjana Rojc (Trieste26 ottobre 1961) è una scrittricecritica letteraria e politicaitaliana di lingua slovena.

Elezione a senatrice

Alle elezioni politiche del 2018 viene eletta al Senato della Repubblica, tra le file del Partito Democratico nella circoscrizione Friuli-Venezia Giulia.



Pubblicato in: ambiente, fotografie, friuli, luoghi

Buongiorno

campanula di Zoys fotografata ieri su svete višarje – monte santo di lussari – luschariberg
Campanula di Zois [Campanula zoysii]

La campanula di Zois è uno dei gioielli della flora regionale essendo la sua distribuzione limitata alle Alpi calcaree sud-orientali. Questa piccola pianta fiorisce nelle fessure delle rocce formando cespi dai caratteristici fiori pendenti di colore azzurro pallido.