SEMAFORO ROSSO

DAVID MARIA TUROLDO daΒ O sensi miei (Poesie 1948-1988), 1990 Un passaggio a livello, un semaforo rosso Γ¨ il simbolo di mepiΓΉ scontato: pieno di sbarree di segnali d’allarmesu una via che parela piΓΉ piana e solare. I giorni, la memoria, una siepe; una selva di fili spinatiil cammino. E il sangueun torrente cieco. Quanto desiderai, o Signore, di buttarmi nel Tuo mare, di finire dentro l’elemento informe e semplice,dentro l’infinito Tuo palpito!ChΓ© se dalla carne Γ¨ visibileil segno di questi reticolati,Tu, onnisciente, non la dirai ribellione, marchiodi una insignificante anarchia. Forse Γ¨ ricordo del primotempo libero, irrimediabile, amore d’essere come Te, immutabile. E voi, non presentate figura alcunadi … Continua a leggere SEMAFORO ROSSO

Treni verso il sud

Miroslav KoΕ‘uta (1936)    Questi trenivanno al sud,questi treni – questi trenisono fatti di sognie di tormenti,questi treni – come un rosariomiscivolanotra le dita, mentre spero:con il prossimo Γ¨ la mia voltadi partire. Dalla raccolta Pričevanje (Testimonianza), ZaloΕΎba Lipa, Koper 1976 http://www.filidaquilone.it/num027milic.html#indice Miroslav KoΕ‘uta Γ¨ nato a S. Croce di Trieste (Kriz) nel 1936, ha frequentato il liceo scientifico sloveno di Trieste e continuato gli studi all’UniversitΓ  di Ljubljana, dove si Γ© laureto in letteratura comparata e teoria letteraria. È stato redattore alla Radio di Ljubljana e dopo il ritorno a Trieste, tra l’altro, per piΓΉ di vent’anni direttore artistico del Teatro Stabile … Continua a leggere Treni verso il sud