Pubblicato in: Senza categoria

Grazie della visite👍

Il tuo blog, ƑɾíմƖíʍմƖեíҽեղíϲօҍƖօց 🇮🇹 🇸🇮 🇦🇹 🇪🇺𝒹𝒾 𝑜𝓁𝑔𝒾𝓉𝑒𝒹 , sembra avere più traffico del solito. 58 visite all’ora, 6 visite all’ora in media

Pubblicato in: fotografie, friuli, luoghi

Passeggiando per Sacile

La Livenza

Sacile (Sathìl in veneto, pronuncia /saˈʧil/Sacìl nella variante liventinaSacîl in friulano occidentale) è un comune italiano di 19 889 abitanti del Friuli-Venezia Giulia.

Geografia fisica

Sacile è la seconda città della provincia e la sesta della regione per numero di abitanti. Il caratteristico centro storico sorge su due isole sul fiume Livenza lungo le cui sponde si affacciano numerosi palazzi nobiliari del periodo veneziano; è soprannominata anche Giardino della Serenissima e Porta del Friuli.

Di Roberto Picco da Sacile (PN), Italy – Flickr, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=386074
duomo e Livenza
La Livenza
Pubblicato in: cibi

Il caffè

Io uso sempre la moka come faceva mia mamma,la caffettiera elettrica è in cantina.

immagini dal web

Quando ero piccola e andavo a Ljubljana (Slovenija) nei bar non c’erano ancora le macchine da caffè,ma si serviva quello alla turka “turska kava” nei caratteristici bricchi di rame (cezve).

Come si fa

Si mette a bollire l’acqua,quando bolle si mette il caffè macinato finemente e si toglie dal fuoco,i fondi devono depositarsi. Le tazze devono essere cilindriche.E’ usanza fare la “caffeomanzia” cioè la previsione del futuro leggendo i fondi.Io a questi riti non ci posso credere.

Pubblicato in: friuli

71) UNA PIACEVOLE SORPRESA

eccezionale

GITE A NORD-EST

Spesso mi sono chiesto se fosse interessante percorrere quel ramo della ciclabile Alpe-Adria (la Salisburgo-Grado) che devia dal tronco principale in zona stazione Boscoverde appena fuori Tarvisio che in passato avevo esplorato solo in territorio italiano (44- Uno spettacolo su due ruote).

E’ capitata la possibilita’ di pedalarvi, cosi’ partendo appunto dal bivio mi sono diretto verso il confine sloveno seguendo l’ itinerario ottimamente tracciato e tabellato.

Appena un centinaio di metri dopo la pista oltrepassa il ponte sopra l’ Orrido dello Slizza, la cui discesa e’ purtroppo tuttora chiusa per questioni di sicurezza; e’ comunque possibile osservarlo dall’ alto bramando il giorno in cui verra’ riaperto.

Oltrepassata la zona della stazione fs si percorrono una manciata di chilometri in costante ma leggera salita tra ombreggiati boschi di conifere e alti viadotti (si tratta di una ciclabile ricavata da un ex-ferrovia) fino al bivio che conduce con una ripida salita…

View original post 412 altre parole