Archivi giornalieri: 21 Lug 2021

L’aquilone

Nell’edificio semidistrutto e malgrado le continue sparatorie.I bombardamenti ,il coprifuoco e lo stato d’assedio che poteva scattare in qualsiasi ora del giorno.Abd a- Samed Shamaled era riuscita a finire l’anno scolastico 2002 .L’antidoto alla paura,per lui,dieci anni,e per l’inseparabile fratello Mohammad,dodici anni,era il gioco.

Avevano costruito un grande aquilone con la coda a frange e lo facevano atterrare alto nel cielo di Gaza e lo facevano atterrare quando passavano gli aerei da guerra affinchè non si spaventasse o venisse distrutto .Il loro sogno di libertà era in quell’aquilone di carta colorata che non conosceva frontiere.

Ma non potevano giocare dal mattino alla sera ,dovevano anche aiutare il padre Sheajlin Ajlin.Il loro compito era la raccolta dei pomodori nel campo di mezzo ettaro di proprietà della famiglia,poi via al mercato :adesso i pomodori valgono poco a causa del blocco economico imposto dal governo dio Israele ,ma anche quelle monete servono per sfamarsi.

Alla fine indietro di corsa ,un tuffo in mare per liberarsi del sudore del lavoro,faticoso per la loro età,ed eccoli di nuovo a slegare dall’albero quell’aquilone che Abd a- Shamed temeva sempre potesse volare via da solo.correvano veloci per farlo salire in alto,in alto…

Quel mattino all’alba c’erano stati degli spari presso Netzarim e il traffico si era bloccato. Ma dopo breve era ripreso normalmente ,segno che la gente poteva di nuovo azzardarsi ad uscire.ritenendo che non vi fosse più alcun pericolo i fratelli erano andati nel campo a raccogliere gli ortaggi.”facciamo presto ,poi andiamo al mercato ,e al ritorno potremo,restare con il proprio aquilone fino a sera”aveva detto Abdt a – Samed ,impaziente ,a Mohammad.

Ma dalla postazione militare di Netzarim partono altri colpi .Loro si stendono subito a terra. Hanno capito

Aquiloni per bambini colorato - Sconto del 15%, aquiloni per ...
dal web

https://friulimultietnicoblog.wordpress.com/2020/03/22/bruna-sibille-sizia/