Pubblicato in: cultura, friuli, minoranza friulana, novi matajur

Friulano, amministratori “a scuola” di tutela — NoviMatajur

Sono diversi gli aspetti che concorrono a definire l’importanza della tutela della minoranza linguistica friulana. Dalla garanzia di diritti fondamentali alla promozione del patrimonio culturale sino al potenziamento della coesione sociale e alle potenziali ricadute economiche, infatti, si tratta di un’opportunità per tutti i cittadini ed è utile che gli amministratori locali ne abbiano piena…

Friulano, amministratori “a scuola” di tutela — NoviMatajur
Pubblicato in: cultura, reblog

Ascesa di analfabeti funzionali e populismo: Umberto Eco l’aveva previsto — Alchimie

Originally posted on Il pensiero di Emanuele Severino nella sua “regale solitudine” rispetto all’intero pensiero contemporaneo: UMBERTO ECO già negli anni Ottanta aveva previsto il diffondersi dell’analfabetismo funzionale contestualmente all’ascesa del populismo. vai a Ascesa di analfabeti funzionali e populismo: Umberto Eco l’aveva previsto

Ascesa di analfabeti funzionali e populismo: Umberto Eco l’aveva previsto — Alchimie
Pubblicato in: attualità, cultura, letteratura, minoranza slovena, notizie

Cultura in lutto: è morto Alojz Rebula

Si è spento in un ospedale sloveno, all’età di 95 anni, lo scrittore, drammaturgo, saggista e traduttore Alojz Rebula, uno dei massimi rappresentanti della letteratura slovena in Italia del dopoguerra.

Per il suo lavoro letterario è stato anche insignito di importanti premi: nel 1995 il Premio Preseren per la sua opera letteraria, seguito nel 1997 dal Premio Internazionale Acerbi per la traduzione italiana del suo romanzo ‘Il vento’ e premio Kresnik Sibilinem nel 2005 per il suo romanzo ‘Notturno sull’Isonzo’. Per la traduzione italiana della stessa opera, nel 2012 ha ricevuto anche il prestigioso premio letterario Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi.

Nel 2012, ha ricevuto un premio statale dal Gran Ufficiale del Cavaliere dell’Ordine al merito per la Repubblica Italiana.

Rebula era nato il 21 luglio 1924 a San Pelagio di Duino-Aurisina, in Provincia di Trieste, da genitori sloveni. E’ stato professore di latino e greco antico nelle scuole superiori con lingua di insegnamento slovena di Trieste.

“Oggi lo scrittore sloveno Alojz Rebula non è morto, perché la sua parola continua a vivere e dialogare con noi attraverso le opere che collocano tra i grandi della letteratura europea, a strettissimo contatto fisico e culturale con l’Italia”. La senatrice del Pd Tatjana Rojc rievoca così l’intellettuale sloveno Alojz Rebula.
“Ho avuto la fortuna di avere Rebula come professore al liceo – ricorda Rojc – e di incontrare la sua fiducia nello scrivere della sua opera, per cui ricordarlo è un dovere difficile da assolvere. I luoghi comuni della critica, che ne ha enfatizzato la matrice cattolica o il respiro del romanziere storico, non sono utili a descrivere la figura di quello che, più semplicemente, è stato un Maestro, e che si è meritato le massime onorificenze della Repubblica Italiana e di quella Slovena”.
“Rebula fu testimone altissimo e scomodo per tutti – spiega la senatrice – degli eventi tragici di un confine che ha grondato sangue e sul quale ancora oggi qualcuno non vuole che la pacificazione sia una conquista definitiva. Invece il dialogo che ha intessuto con le lettere e con gli intellettuali italiani è un esempio di come dalle posizioni più distanti si possa ritrovarsi uniti da un comune fattore umano ed esistenziale, purché – conclude Rojc – la volontà sia buona e l’intenzione sincera”. https://www.ilfriuli.it/articolo/cultura/cultura-in-lutto-points–%C3%A8-morto-alojz-rebula/6/187992

Pubblicato in: cultura, friuli, notizie, poesie

A un friulano il premio di poesia Mattarella

immagine dal web

Il friulano Italo Coccolo, con il suo libro di poesie “Fiori nel Vento”, è il vincitore della quinta edizione del Premio giornalistico letterario “Piersanti Mattarella” per la poesia, ideato e organizzato dalla Onlus Memoria nel cuore di Palermo e dedicato al presidente della regione Sicilia barbaramente ucciso dalla mafia.

La cerimonia di premiazione, quest’anno, si è tenuta nella millenaria cornice dell’abbazia di Montecassino, in Lazio, al termine del convegno sulla legalità dal titolo “Il recupero del senso del dovere” con interventi di illustri oratori.

Con le parole dell’autore “Fiori nel Vento”, edito dall’Orto della Cultura di Pasian di Prato, è “una raccolta di poesie che parlano di noi umani e del mondo che stiamo vivendo, poesie che vorrebbero combattere l’indifferenza, l’intolleranza e l’esclusione e chiedono partecipazione e accoglienza, per costruire tutti insieme la pace”.

Sono stati consegnati anche premi speciali per il Giornalismo 2019 a Flavia Piccinini e per il “Senso del dovere 2019” al giornalista Massimo Giletti e alle sorelle Napoli.

  • AUTORE: Rossano Cattivello
Pubblicato in: cultura, friuli

Mario Brandolin, parole, sapere, filosofia, “Festival Mimesis 2019, Udine”. — Alessandria today @ Web Media Network – Pier Carlo Lava

Originally posted on Una parola tira l’altra…: Sul “Messaggero Veneto” di oggi, (16/10/19, sezione Cultura-Tempo libero) c’è un interessante articolo di Mario Brandolin. Chi meglio di lui avrebbe potuto scrivere un articolo di presentazione del Festival “Mimesis”? Brandolin ha una laurea in filosofia e, tra le altre cose, collabora, quale critico teatrale e letterario,…

Mario Brandolin, parole, sapere, filosofia, “Festival Mimesis 2019, Udine”. — Alessandria today @ Web Media Network – Pier Carlo Lava
Pubblicato in: cultura, eventi, friuli

Domenica 13 ottobre sarà la giornata della regata ma anche la ‘Giornata delle Famiglie al Museo’

Miramare, ingresso gratuito per la Barcolana

12 ottobre 2019

Domenica 13 ottobre sarà la giornata della Barcolana e, a Miramare, la “Giornata delle Famiglie al Museo”. Proprio in occasione della regata, la direzione del Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare ha stabilito l’ingresso gratuito.
Famiglie al Museo è un progetto giunto alla sua settima edizione che vuol essere una vetrina delle proposte legate alla didattica museale e alla conoscenza dei beni culturali offerte alle famiglie con bambini. F@Mu è diventato ormai l’evento culturale dedicato alle famiglie con bambini più grande ed importante d’Italia, una giornata in cui ci si ritrova assieme al museo per godere dell’arte di altri tempi, per scoprire il territorio in cui vive e le sue tradizioni, per imparare divertendosi, per crescere confrontandosi con gli altri.
A Miramare, dove di favole ci si intende, l’esperienza inizia con il più classico dei C’era una volta… Il parco di Miramare è pronto a rivelare ai piccoli visitatori la vita e le abitudini di un tempo al castello di Massimiliano d’Asburgo. Passeggiando insieme dalle terrazze a picco sul mare fino alla grande sequoia, intorno al castelletto giallo e ammirando il belvedere dei cannoni, si potrà scoprire la storia del padrone di casa e il suo grande amore per i viaggi e per le piante più esotiche. Anche la sua adorata moglie, Carlotta del Belgio, amava dipingere il parco nei suoi quadri e pescare qualche pesce d’argento nella baia tranquilla. Sissi, ospite prediletta e mitica imperatrice d’Austria, camminava e leggeva nei viali ombrosi ornati di violette, vestita di nero e con il corsetto strettissimo. Tra le siepi di bosso, una palmetta e una yucca, la storia del castello e dei suoi straordinari abitanti sarà raccontata in una passeggiata didattica guidata per famiglie, domenica 13 ottobre dalle 16. L’iniziativa è curata da Verona83 per i Servizi Educativi del Museo Storico del Castello di Miramare.
La partecipazione al percorso tematico per bambini e famiglie pensato in occasione della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo e della Barcolana è gratuita fino a esaurimento posti disponibili (la prenotazione è obbligatoria scrivendo a eventi.miramare@beniculturali.it).
fonte https://www.ilfriuli.it/articolo/cultura/miramare-ingresso-gratuito-per-la-barcolana/6/207614

Pubblicato in: cultura, luoghi, reblog

Toppo, l’anima rurale del Friuli — SiViaggia

In provincia di Pordenone, nel comune di Travesio, sorge il borgo di Toppo, l‘anima autentica e rurale del Friuli, inserito a pieno titolo nel circuito dei Borghi Più Belli d’Italia. Toppo, fin dal XIII secolo, si presenta con due nuclei distinti, delimitati dal corso del rio Gleria: il primo nucleo, a est, è identificato con…

Toppo, l’anima rurale del Friuli — SiViaggia
Pubblicato in: cultura, eventi, letteratura

Evento letterario di Ediscopio

Edizione Zero di Ediscopio! Domenica 6 Ottobre dalle ore 10.00 alle ore 19.00 presso la Loggia del Lionello a Udine📚
Narrativa, lingue minoritarie, storia, poesia, fotografia…