Pubblicato in: FVG, minoranza friulana

Corsi di lingua e cultura friulana con la Società Filologica

Sono aperte le iscrizioni all’edizione 2021. A Udine primo appuntamento venerdì 8 ottobre

Sono aperte le iscrizioni all’edizione 2021 dei Corsi pratici di lingua e cultura friulana, organizzati dalla Società Filologica Friulana con il sostegno dell’ARLeF. Le lezioni tratteranno grafia, grammatica e strumenti linguistici informatici.
Il corso di Udine si terrà nella sede della Società Filologica in via Manin 18. Inizierà venerdì 8 ottobre 2021 alle ore 17 e proseguirà per 11 lezioni settimanali (di cui tre da 2 ore e otto da 2 ore e mezza). Il docente sarà il dott. Flavio Vidoni. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza a chi avrà partecipato ad almeno il 70% delle ore di lezione. L’attestato costituisce titolo culturale per accedere alla Lista regionale degli insegnanti con competenze di lingua friulana.

Il corso è gratuito e aperto a tutti gli interessati. Iscrizioni fino ad esaurimento dei posti disponibili. Necessario il Green Pass.

Altri corsi sono in partenza in vari Comuni del Friuli. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi all’Ufficio Formazione della Società Filologica (tel. 0432 501598 int. 3 – formazione@filologicafriulana.it), o consultare il sito http://www.filologicafriulana.it (sezione Lingua Friulana – Corsi pratici).https://www.ilfriuli.it/articolo/tendenze/corsi-di-lingua-e-cultura-friulana-con-la-societa-filologica-/13/252100

Pubblicato in: FVG, minoranza friulana

Proverbio friulano

Il proverbio friulano della settimana di Vita nei campi

“Pluitost che semenà dopo San Martin, miôr metiu tal sac e la a mulin”,

ovvero piuttosto che seminare dopo San Martino (l’11 novembre) è meglio mettere nel sacco , le sementi e portarle al mulino, dato che il tempo limite è superato e così almeno si salvavano per la famiglia.

Pubblicato in: FVG, minoranza friulana, minoranza slovena, minoranza tedesca

Europa e minoranze, servono ancora firme per Sign It Europe

C’è tempo sino a sabato 7 novembre per sottoscrivere, attraverso il sito web www.signiteurope.com, la nuova Iniziativa dei cittadini europei (ICE, che con una buona approssimazione corrisponde a ciò che a livello statale è la proposta di legge di iniziativa popolare) dedicata alla tutela delle minoranze. Promossa con lo slogan “Sign It Europe”, il suo iter è stato avviato nel 2019 in seno alla minoranza ungherese in Romania. L’obiettivo dichiarato è l’apertura da parte dell’UE di una specifica linea di bilancio, nel quadro dei fondi assegnati per lo sviluppo regionale, dedicata a quelle comunità che hanno caratteristiche linguistiche e culturali specifiche e distinte, allo scopo di promuoverne lo sviluppo socioeconomico in armonia con il riconoscimento e la promozione delle rispettive peculiarità e con l’esercizio dei corrispondenti diritti linguistici. Le firme finora raccolte sono già più di un milione, ma non sono sufficienti, poiché sono concentrate in soli tre Stati membri – Romania, Ungheria e Slovacchia – mentre devono essere distribuite in un numero più ampio di Paesi. Due anni fa, con 1.123.442 firme ufficialmente convalidate, raccolte in undici Stati, era stata presentata un’altra ICE, denominata “Minority SafePack”. Lo scorso 15 ottobre quella proposta, volta a dotare l’UE di una normativa più efficace e specifica in materia di tutela delle minoranze e di promozione delle rispettive lingue, ha compiuto un nuovo passo avanti con l’audizione al Parlamento europeo del suo comitato promotore, che ne ha illustrato contenuti e finalità, incontrando l’interesse e l’attenzione degli eurodeputati e dei rappresentanti della Commissione, dell’Agenzia dell’UE per i diritti fondamentali e del Comitato delle Regioni, che hanno preso parte all’incontro.

Pubblicato in: minoranza friulana

Proverbio di “Vita nei campi”

zucca - Abbinamenti - Guide Vini - Vino.it

“ A San Luca ‘a si bêf il vin ta la scucia” ovvero a San Luca (il 18 ottobre) si beve il vino nella zucca in quanto si può già assaggiare e ci sono le zucche, frutto tipico di ottobre”

Pubblicato in: FVG, minoranza friulana

Proverbio friulano

Il proverbio friulano della settimana

di Vita nei campi“A San Michêl, il marangon al impie el pavêr,a san Josef lu distude” ovvero a San Michele (il 29 settembre) il falegname accende la lampada (gli serve luce per lavorare la sera) a San Giuseppe (il 19 marzo) invece la spegne.