MÚSICA MEDICINAL DE MOZART

https://youtu.be/DVFcK8qRTZQ

Giovanni Maria Anciuti, Anziutti

Il famoso costruttore di strumenti musicali.

Giovanni Maria Anciuti (* 1674 a Forni di Sopra , Udine, † 1744 a Milano ) era una personalità della costruzione di strumenti musicali . Ha lavorato intorno al 1720 a Milano, che a quel tempo apparteneva all’Austria . Molti dei suoi strumenti conservati sono ancora utilizzati come modelli per la riproduzione di strumenti storici barocchi. Gli strumenti, che potrebbero essere assegnati a lui in modo sicuro, risalgono agli anni 1709-1740 e di solito recano un francobollo con il leone veneziano. L’oboe barocco in avorio del Victoria and Albert Museum di Londra, proviene dalla collezione di strumenti Gioachino Rossini , venduta dopo la sua morte a Parigi. Un oboe in palissandro e avorio del 1730 (Collezione Alfredo Bernardini, Amsterdam [3] ) è ora ricreato da vari produttori di strumenti (ad esempio Westermann, Taglinger, Sand N. Dalton) e ha suonato in concerti.

tradotto da wikipedia

Il suo registratore, che è custodito nel Museo Provinciale della Stiria Johanneum zu Graz , è ora in fase di ricostruzione. La ragione di questo è che mentre molti registratori barocchi sono adattati al tono vocale moderno quando fanno una copia del loro tono vocale profondo originale (di solito a = circa 415 Hz ), perdendo molto del loro carattere originale, lo strumento di cui sopra è di buon umore che corrisponde a un tuning di a = 440 Hz. Quindi, può essere integrato senza difficoltà e con pochi cambiamenti nella moderna operazione culturale. È firmato con l’anno 1717 e fatto di bosso macchiato . (Le alternative storiche grenadilla ed ebano, così come alcuni sostituti meno autentici dellegno tropicale, sono spesso rifiutate oggi per motivi ambientali ).

Ricerca di: Francesco Carreras, Cinzia Meroni

L’attività di costruttore di strumenti a fiato di Giovanni Maria Anciuti (Forni di Sopra 1674 – Milano 1744) si svolse prevalentemente a Milano ma, come sarà dimostrato nel seguito, i suoi rapporti con Venezia, e col paese d’origine, Forni di Sopra, furono frequenti per ragioni professionali e famigliari.

flauto dolce (copia da Jan Steenbergen)1700 circa
https://www.wikiwand.com/it/Flauto_dolce

L’eccezionale maestria e l’inventiva che Giovanni Maria Anciuti impiegava nella fabbricazione di strumenti a fiato, utilizzando spesso materiali preziosi quali l’avorio e l’argento o l’essenze, rare al tempo, del palissandro e del grenadiglio, e la raffinatezza dell’esecuzione costruttiva ricca di soluzioni originali fanno di questa figura milanese uno dei più noti e apprezzati costruttori di strumenti musicali della prima metà del Settecento.

oboe particolare giovanni maria anciuti chiave

Molto è già stato scritto su questi aspetti del lavoro di Anciuti, che non saranno quindi ripresi in questo articolo. Tuttavia, questo famoso costruttore era fino ad oggi conosciuto solo per i numerosi strumenti che portano il suo nome. Nessun documento o indizio a lui riferibile era mai emerso, nonostante intense ricerche negli archivi di Milano e altrove. Si ipotizzava che il cognome Anciuti potesse essere uno pseudonimo, coniato sulla parola ancia. La presenza di un leone alato di San Marco, simbolo di Venezia, su molti dei suoi strumenti poteva richiamare un legame commerciale con la Serenissima.

Tutte queste considerazioni, corredate da una lista di tutti gli strumenti noti di Anciuti, sono esposte ed ampliate nell’articolo sull’oboe d’avorio del Museo Civico del Castello Sforzesco a Milano. Queste ipotesi sono state nel tempo riprese in diversi cataloghi di musei, in repertori e articoli, ultima in ordine di tempo la pubblicazione redatta in occasione della mostra Meraviglie Sonore, tenuta a Firenze nell’autunno del 2007. Le date impresse sugli strumenti conosciuti di Anciuti vanno dal 1709 al 1740 ed è appunto intorno a questo arco temporale che si svolse presumibilmente l’attività produttiva del costruttore. Solo su due strumenti compare il nome completo “Ioannes Maria Anciuti” [Anciutus sul flauto dolce doppio], mentre su tutti gli altri è inciso solo «Anciuti» e molto spesso l’anno di fabbricazione…continua https://www.fornidisopra.it/11-attrazioni/50-giovanni-maria-anciuti.html

Ta kuškrïtawa

Registrazione di Stefano Morandini e Roberto Frisano per la candidatura UNESCO Progetto sul Patrimonio Immateriale “Musica e Danza in Val Resia”

Igor Cerno il cantante dell’Alta Val Torre/Terska dolina

Video del Coro Canticum Novum “Serata della cultura slovena in Val Canale”-Novi Matajur

Na “Večeru slovenske kulture v Kanalski dolini” v petek, 22. marca, v Naborjetu je zapel tudi blejski zbor Canticum Novum pod vodstvom Urške Župančič. Na posnetku je pesem “Dajte, dajte”

Sinfonia n. 6 in Fa maggiore K 43

La Sinfonia n. 6 in Fa maggiore K 43 fu composta da Wolfgang Amadeus Mozart nel 1767. Il musicologo Alfred Einstein, nella sua revisione del catalogo Köchel del 1937, sostiene che la sinfonia sia stata iniziata a Vienna e successivamente completata a Olomouc, città della Moravia in cui la famiglia Mozart si rifugiò per scampare a un’epidemia di vaiolo. [ 118 more words ]
https://www.liberliber.it/onli…/sinfonia-n-6-k-43-di-mozart/

LIBERLIBER.IT
Questa è la prima sinfonia scritta da Mozart in quattro movimenti, introducendo per la prima volta il Minuetto e il Trio, caratteristica presente in molte delle sinfonie successive.

Buonanotte

buonanotte-gif-1218-1

Rilassatevi, chiudete gli occhi… respirate profondamente. I benefici di questo tipo di rilassamento attraverso l’ascolto di questo genere di musica è stato provato scientificamente. Quando sei particolarmente stressato, non c’è niente di meglio di questo trattamento. Basta solo lasciarsi andare da questa melodia … E chissà, ti potrai anche sentire più vicino alla natura!

Canto della Terra

Andrea Bocelli

Rassegna musicale

53310329_1010896352443514_4960718270903615488_oDomenica, 17 marzo, alle 14.30 al centro culturale di Tarvisio/Trbiž si svolgerà la rassegna corale Koroška in Primorska pojeta 2019. Oltre all’Associazione Don Mario Cernet, collaborano alla sua organizzazione il Centro culturale sloveno Planika e le organizzazioni Krščanska kulturna zveza (Klagenfurt), Unione culturale cattolica slovena-Zskp (Gorizia/Gorica), Unione dei circoli culturali sloveni-Zskd, Unione dei cori parrocchiali sloveni-Zcpz, Zveza pevskih zborov Primorske e Fondo pubblico della Repubblica di Slovenia Javni sklad Republike RS za kulturne dejavnosti. Vi aspettiamo! 😊🌷🌼

Franz Liszt, Rapsodia Ungherese n.2

via Franz Liszt, Rapsodia Ungherese n.2