Poesia di Vida Taufer

POMLAD

Vida Taufer

Brez snega bregovi, zvončki sredi trat;

k nam v obleki novi spet vesla pomlad .

Čutimo jo v cvetju, ki se tod blešči;

v novem ptičjem petju, ki se spet glasi.

Veter se zaganja v drevje, ki brsti;

zeleni kotanja, potok žubori.

Vsi na plan hitimo, glejmo krasen svet;

vsi se veselimo, proč sta sneg in led.

Non sono poetessa quindi ho tradotto alla lettera

PRIMAVERA

Colline senza neve, bucaneve in mezzo al prato,/primavera ritorna in veste nuova./La sentiamo nei fiori che qui scintillano/nei nuovi canti d’ uccelli che si fanno udire./Il vento s’infila tra gli alberi che germogliano/verdeggia il fosso ,mormora il ruscello./Tutti ci affrettiamo in radura,guardiamo il mondo meraviglioso;/tutti ci rallegriamo,via neve e ghiaccio.

Vida Taufer
poetessa slovena (1903-1966). Legata all’inizio alla tradizione poetica della “Moderna”, arricchì più tardi la sua produzione poetica con elementi espressionistici, subendo l’influsso soprattutto del poeta sloveno A. Gradnik. Ciò è evidente nella prima raccolta poetica Rami al vento (1939), dove al motivo erotico si unisce quello del sentimento religioso. http://www.sapere.it/enciclopedia/Taufer%2C+Vida.html

APRILE:proposte di ForEst

Prossime proposte in calendario Esperienze in programma

unnamedAttraverso i Territori: da Cividale a Udine

Sabato 20 Aprile

http://www.studioforest.it/eventi/attraverso-i-territori-da-cividale-a-udine/

unnamed (2)Camminando nei territori, per riscoprire che la Natura è sempre attorno a noi !Con i bimbi all’Oasi dei Quadris
Giovedi 25 Aprile
Passeggiata per famiglie e laboratorio didattico per bambini tra ibis e cicogne dell’Oasi!
unnamed (1)

Sulla Rupe di Cesclans
Sabato 27 Aprile (Pomeriggio)
Da Somplago alla Pieve di Santo Stefano, a un passo dal Lago di Cavazzo

http://www.studioforest.it/eventi/sulla-rupe-di-cesclans/

unnamed (3)Lungo la Roggia Ribosa
Domenica 29 Aprile
In occasione della Bertiolo Run, un’occasione per conoscere le bellezze e l’importanza del biotopo

http://www.studioforest.it/eventi/passeggiata-lungo-la-roggia-ribosa-bertiolo-run/

Il nido dei cardellini

cardelliniIl cardellino (Carduelis carduelis Linnaeus, ) è un uccello appartenente alla famiglia dei Fringillidi. Il nome deriva dalla pianta cardo dei cui semi (specialmente di quelli del cardo rosso) questi uccelli sono ghiotti.
Il cardellino è facilmente riconoscibile per la mascherina rossa sulla faccia e per l’ampia barra alare gialla. Il resto del piumaggio va dal bianco delle guance, al nero della nuca, della coda e della parte esterna delle ali, al marrone scuro del dorso.
La riproduzione inizia nella tarda primavera, e generalmente una coppia porta a termine tre covate, l’incubazione dura circa 12 giorni nelle sottospecie meridionali, qualche giorno in più per quelle settentrionali. Il nido viene costruito generalmente su una pianta di conifera o su alberi da frutto a qualche metro dal suolo. Le uova deposte variano da un minimo di due ad un massimo di sette. I piccoli vengono svezzati intorno al trentacinquesimo giorno e vengono alimentati con semi immaturi e afidi.

Video di Lorenzo Bianchin

Proverbio sloveno

11102715_813688358711150_5554093414696540812_n
Ciò che ieri riposava,oggi si risveglia

Arriverà la primavera – Na bo paršla velazim ?

 

28701653_1685346458175776_4532869921230609048_o
vignetta di Moreno Tomazetig dal giornale Dom

27° edizione delle Giornate FAI di primavera 2019

HeroSitoGFP
https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-di-primavera/

Sabato 23 e domenica 24 marzo 2019, la delegazione di Udine in contemporanea con tutte le delegazioni FAI d’Italia, festeggerà le bellezze del nostro Paese.
A Udine quest’anno saranno aperti cinque “Luoghi dello Spettacolo”.

Questi luoghi speciali saranno visitabili per due giorni soltanto grazie agli appassionati volontari che si spendono con amore durante l’evento nazionale che accompagna gli italiani alla riscoperta dell’arte che ci circonda in tutte le regioni. Gli Apprendisti Ciceroni© degli Istituti Superiori di Udine, accompagnati dai loro professori, vi racconteranno una Udine spettacolare, attraverso edifici unici per costruzione e funzione, contenitori preziosi di storie cittadine e rappresentazioni artistiche.

Come ribadisce la fondatrice Giulia Maria Crespi “Si protegge ciò che si ama e si ama ciò che si conosce”. Vi aspettiamo quindi sabato 23 e domenica 24 marzo dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30) con orario continuato, nei preziosi gioielli che rendono la nostra città ricca di arte e cultura.

http://www.ilfriuli.it/articolo/cronaca/svelata-la-27esima-edizione-delle-giornate-fai-di-primavera-/2/195227

clicca su questo link per trovare i luoghi che potrai visitare

https://www.radiopuntozero.it/giornate-fai-di-primavera-in-fvg-il-23-e-24-marzo/

Viva la primavera!

foto di Marinka da fb53279053_1071247836598587_3095501239396335616_n53399754_1071247926598578_3459177277357555712_n53553183_1071248013265236_4239442040401690624_n53580512_1071247966598574_8017154025373827072_nAmo il tepore di queste giornate,i fiori dei prati e dei boschi,gli uccellini che vengono a trovarmi sulla terrazza.La primavera è la mia stagione preferita!

Bentornata Primavera

Forsythia_togashii
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Forsythia_togashii.jpg#/media/File:Forsythia_togashii.jpg

Primavera, novella stagione,

che rigeneri il mio animo

stanco dell’inverno passato.

Il mio cuore esulta per i tuoi colori

e per i gai canti degli uccelli.

In giardino la forsizia e il

pirus  mi rallegrano,

nei boschi i  biancospini

si muovono ad ogni alito di vento.

Bentornata Primavera,mia preferita.

 

 

 

Primavera vien danzando…

Ve la ricordate?Reminiscenze di scuola elementare quando si studiavano tante poesie a memoria…67a439c90265a33ba1a6ddb876e56bf8

PRIMAVERA

Primavera vien danzando
vien danzando alla tua porta.
Sai tu dirmi che ti porta?
Ghirlandette di farfalle,
campanelle di vilucchi,
quali azzurre, quali gialle;
e poi rose, a fasci e a mucchi.

E l’estate vien cantando,
vien cantando alla tua porta:
Sai tu dirmi che ti porta?
Un cestel di bionde pesche
vellutate, appena tocche,
e ciliegie lustre e fresche,
ben divise a mazzi e a ciocche.

Vien l’autunno sospirando,
sospirando alla tua porta.
Sai tu dirmi che ti porta?
Qualche bacca porporina,nidi vuoti, rame spoglie,
e tre gocciole di brina,
e un pugnel di morte foglie.

E l’inverno vien tremando,
vien tremando alla tua porta.
Sai tu dirmi che ti porta?
Un fastell d’aridi ciocchi,
un fringuello irrigidito;
e poi neve neve a fiocchi
e ghiacciuoli grossi un dito.

La tua mamma vien ridendo,
vien ridendo alla tua porta.
Sai tu dirmi che ti porta?
Il suo vivo e rosso cuore,
e lo colloca ai tuoi piedi,
con in mezzo ritto un fiore:
Ma tu dormi e non lo vedi!

Angelo Silvio Novaro

Proverbio friulano

58b7aadb67c3a
foto dal web

Frègul di marivê se la viarte a polèe.

C’è poco da meravigliarsi se la primavera mette i polloni.