Pubblicato in: cibi, slovenija

Ricette slovene: Zlikrofi (ravioli di Idrija)

Gli zlikrofi sloveni sono una specie di ravioli o gnocchetti, fatti di una pasta fine, ripieni con patate, cipolla, grasso e spezie, e quindi cotti

Sono un piatto tipico che è arrivato a Idrija insieme ai minatori all’inizio del XX secolo

Sono ottimi conditi o accompagnati da del sugo di carne di montone o coniglio, altrimenti si prepara con condimento di burro e formaggio.

Ingredienti per 4 persone.Per la pasta: 200 g di farina; 2 uova; acqua;Per il condimento: 100 g di burro fuso; Qualche scaglia di formaggio stagionato;Per il ripieno: 500 g di patate lesse; 30 g di pancetta; 1 tuorlo d’uovo; ½ di cipolla; 3 cucchiai di olio extravergine di oliva; 3 cucchiai di erba cipollina; 3 cucchiai di formaggio grattugiato; Sale; Pepe.

Preparazione Con la farina, 1 uovo intero e un pizzico di sale preparate un impasto che lavorerete per circa 15 minuti sino a formarne una palla che lascerete riposare per circa 30 minuti

Nel frattempo fate lessare le patate per circa 40 minuti (controllate la cottura pungendo i tuberi con uno stuzzicadenti)

A cottura ultimata, scolate le patate, togliete la buccia e schiacciatele con l’apposito attrezzo

Tagliate la cipolla a fettine e la pancetta a cubetti, mettete gli ingredienti in una padella antiaderente e fate cuocere per 8 minuti.

Aggiungete le patate e, dopo 5 minuti, unite i tuorli d’uovo, il sale, il pepe, l’erba cipollina e il formaggio grattugiato

Tirate la pasta con la macchinetta oppure usate il mattarello cercando di stendere una sfoglia sottile e di spessore uniforme

Tagliate la pasta a strisce di circa 5 cm di larghezza

Con l’impasto preparate delle palline che disporrete sulla pasta

Tagliate quindi la pasta in quadrati in corrispondenza dei ripieni e chiudeteli dando ad essi la forma di ravioli.

Riempite una pentola di acqua e portatela a ebollizione, aggiungete 1 cucchiaio di sale grosso e i ravioli e fateli cuocere per 10 minuti

Scolateli e condite il tutto con burro fuso e scaglie di formaggio stagionato. https://www.alice.tv/scuola-di-cucina/ricette-slovene-zlikrofi-ravioli-di-idrija

la foto la trovate nel link

Pubblicato in: cibi, slovenija

ANA ROS ambasciatrice del turismo gastronomico

L’Organizzazione mondiale del turismo , che opera sotto l’egida delle Nazioni Unite, ha assegnato ad Ana Ros, chef del ristorante House Franko a Staro Selo vicino a Kobarid (Caporetto), il titolo di ambasciatore del turismo gastronomico.La Casa Franko è attualmente ospitata a Madrid, dove anche Ana Ros è stata insignita del titolo.Il segretario generale dell’Organizzazione mondiale del turismo, Zurab Pololikashvili, ha sottolineato che Ana Ros ha ricevuto il riconoscimento per il suo impegno nell’uso degli ingredienti locali.

https://www.esquire.com/it/lifestyle/food-e-drink/a26127446/ana-ros-chi-e-intervista/

Pubblicato in: slovenija, turismo

Allora riscaldiamoci un po’ il cuore con una foto dai colori belli caldi con un tramonto spettacolare su #Pirano! 🌅

E’ senza dubbio la perla della costa slovena, uno splendido borgo veneziano che incanta, inevitabilmente, tutti i suoi visitatori. Un luogo romantico, come super romantica è questa veduta dalla baia di Strugnano.

Chi non è mai stato a #Piran? Vi è piaciuta? Siamo sicuri di sì! 💚

#istria #istra #slovenia #slovenija #ifeelslovenia #costaslovena #obala #tramonto #romantico #mare #adriatico #myway

Portoroz & Piran Občina Piran – Comune di Pirano Pomorski muzej – Museo del mare “Sergej Mašera” Piran-Pirano Feel Slovenia https://www.facebook.com/slovely.eu/photos/a.178446158971580/1507841799365336/?type=3&theater

Pubblicato in: novi matajur, slovenija

Giorno decisivo per il bilancio sloveno 2020-2021 e per il governo — NoviMatajur

Il ministro delle finanze sloveno Andrej Bertoncelj, all’inizio dell’esame in Parlamento, si è detto convinto che la manovra finanziaria slovena per il prossimo biennio sia tra le migliori dell’eurozona. Questo vale tanto per il surplus previsto quanto per il calo del debito pubblico, nonostante porti il bilancio a valori mai raggiunti prima d’ora. Il ministro…

Giorno decisivo per il bilancio sloveno 2020-2021 e per il governo — NoviMatajur
Pubblicato in: luoghi, slovenija

Merletti, miniere e mercurio: Idrija, patrimonio UNESCO

A metà strada tra Ljubljana e il litorale, alla confluenza dei fiumi Idrjica e Nikova, in una valle immersa tra boschi e colline sorge Idrija, dal 2012 dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.

Eppure fino alla fine del ‘400 questo luogo era poco più che un piccolo paesino di pastori e contadini. Il suo destino cambiò completamente nel 1490, quando un fabbricante di secchi, risciacquando i suoi recipienti in una sorgente, notò una sostanza simile all’argento. L’emozione per la scoperta fu così forte che l’uomo non tenne il segreto per sé, ma lo raccontò subito ai compaesani. Otto anni dopo ebbero inizio le prime estrazioni di mercurio.

Da paesino a centro minerario

Nonostante il lavoro duro e rischioso, l’attività mineraria richiamò a Idrija in poco tempo numerosi lavoratori: minatori, ma anche tecnici, medici e avvocati. Il piccolo paese si espanse fino a diventare una vera e propria cittadina con scuole e importanti edifici sia pubblici sia privati. Nella seconda metà del XVIII secolo qui venne costruito il più antico teatro della Slovenia e, tra le città della Carniola, Idrija era seconda solo a Ljubljana.

L'antico teatro di Idrija.
L’antico teatro di Idrija, dietro le bancarelle.

Passeggiando per il piccolo centro storico possiamo ammirare ancora oggi alcuni bei palazzi, soprattutto intorno alla piazza principale Mestni Trg. Qui troviamo il municipio in stile neoclassico e la rinomata scuola di merletto. Altro edificio degno di nota è il Magazin, nella piazza Trg Sv. Ahacija, che nel medioevo costituiva il centro della cittadina. Si tratta di un granaio dove venivano depositate le scorte alimentari con cui venivano in parte pagati i minatori… https://www.slovely.eu/2019/09/03/merletti-miniere-mercurio-idrija-patrimonio-unesco/

Il municipio di Idrija.
Il municipio di Idrija.
Pubblicato in: attualità, slovenija

Da domani, 15 novembre, in Slovenia obbligatorio l’equipaggiamento invernale

Il 15 novembre inizia anche in Slovenia la stagione invernale durante la quale è obbligatorio per tutti i veicoli a motore e rimorchi l’equipaggiamento invernale. Fino al prossimo 15 marzo (o in caso di condizioni da neve anche successivamente) in Slovenia sarà quindi obbligatorio viaggiare con pneumatici invernali (da neve) o con a bordo catene da neve, idonee ad essere utilizzate in caso di necessità. In entrambi i casi lo spessore del battistrada deve superare i 3 millimetri. La multa ammonta a 40 euro e sale a 500 euro se il conducente, sprovvisto di equipaggiamento invernale, causa intralcio al traffico. http://novimatajur.it/attualita/da-domani-15-novembre-in-slovenia-obbligatorio-lequipaggiamento-invernale.html

Pubblicato in: attualità, luoghi, slovenija, usanze, video

Festa di San Martino a Šmartno nel Collio sloveno

video di Romeo Trevisan

La festa più diffusa in Slovenia, legata al vino e alla cultura del vino, è la festa di San Martino. La festeggiamo l’11 di novembre e ancora per tutta la settimana o persino per due settimane. Dalle altre parti d’Europa non potrete sperimentare dei festeggiamenti autunnali così intensi, per questo motivo vi consigliamo di visitare una delle grandi feste di San Martino. Per una vera esperienza di San Martino, di questa grande festa, conviene recarsi nel posto, da dove proviene il vino – tra le vigne. Le feste di San Martino non si svolgono soltanto nelle regioni slovene vinicole, ma dappertutto, dal Mediterraneo fino alle pianure pannoniche. Decidete anche voi di fare parte dell’atmosfera allegra alla nascita del vino novello! … https://www.slovenia.info/it/le-storie/la-giornata-di-san-martino-gioia-per-la-nuova-annata-del-vino

Pubblicato in: slovenija

La finestra di Otlica (Otliško okno) — Camminabimbi

Nella Vipavska dolina, la valle del Vipacco, a una quindicina di minuti da Gorizia, si può trovare una suggestiva finestra naturale nella montagna: è la finestra di Otlica. Dopo aver raggiunto la cittadina Ajdovščina (uscita autostradale) si seguono le indicazioni per Col prima e Otlica poi (14 km dal centro di Ajdovščina). Nei pressi del […]

La finestra di Otlica (Otliško okno) — Camminabimbi
Pubblicato in: luoghi, slovenija

Chiesa di San Marco a Vrba

 In Slovenia troviamo tantissime chiesette molto pittoresche, spesso in cima alle colline, a dominare la valle.

Questa chiesa, invece, si trova in pianura, ai piedi di alte montagne ed è una chiesa speciale, oltre a essere molto bella.

Sapete qual è?

Si tratta della chiesa di San Marco nel villaggio di Vrba e sorge a due passi dalla casa natale di France Prešeren, il più importante scrittore sloveno