2-Ivan Cankar ~ Il servo Bortolo e il suo diritto (IV – VI)

ilservobortoloei00cank_0009
immagine da https://archive.org/details/ilservobortoloei00cank/page/n7

di mayol56

[Bortolo, scacciato dal giovane Sitar dopo la morte del padre, non si dà pace e, rifiutando la via della pietà, chiede a chiunque giustizia, ricevendo in cambio derisione e rifiuto.]https://federicomayol.wordpress.com/2015/03/17/ivan-cankar-il-servo-bortolo-e-il-suo-diritto-IV – VI/
continua

L’11 dicembre 2018 ricorre il centenario della morte di questo famoso scrittore sloveno, che ha lasciato un forte sigillo sulla cultura e la consapevolezza del popolo sloveno con i suoi pensieri e le sue storie scritte220px-ivan_cankar

Annunci

Babbo Natale poesia Feri Lainšček

49012520_786470155024185_6248643765993472000_oChe brillino le stelle/che splendano fortemente/è in arrivo il Babbo Natale/

con la sua slitta.
Allestiamo l’abete/lo addobbiamo nuovamente/accendiamo le luci/quando passerà qui.

Porta i doni/ha un messaggio:/l’amore è il nostro/regalo più bello.

Feri Lainšček (Dolenci5 ottobre 1959) è uno scrittorepoeta e sceneggiatore sloveno.
Il suo nome di battesimo è Franc Lainšček ed è nato nel villaggio di Dolenci presso Šalovcinella Slovenia nord-orientale, che a quel tempo faceva parte della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia. Ha studiato giornalismo all’Università di Lubiana. Negli anni ottanta ha lavorato come speaker dell’emittente radiofonica statale Radio Ljubljana.Dagli anni novanta vive a Murska Sobota nella regione del Prekmurje, in cui è nato…

BUONGIORNO

Il buongiorno si vede dal mattino con questo caffè alla turca.caffè-gif-animata-1

Quando ero piccola e andavo dai nonni,a Lubiana nei bar servivano solo questo caffè (turška kava),poi sono arrivate le macchine per il caffè espresso.Che ricordi!!!

Caffè orientale, detto anche Turco

Si consuma prevalentemente in tutto il Medio Oriente. Si prepara nel cezve, un tipico bricco di rame e ottone con un lungo manico.
Per prepararlo è necessario procurarsi del caffè macinato molto fine.
La tradizione prevede di utilizzare un macinino di ottone, così da ottenere una polvere impalpabile come lo zucchero a velo.
Si beve, in piccole e basse tazzine, quando la polvere è completamente depositata.

Si prepara in questo modo:

  • Versare la dose d’acqua nel cezve (circa 50 millilitri a tazza)
  • Aggiungere zucchero a piacere, a seconda del grado di dolcezza desiderato, e mescolare per farlo sciogliere
  • Portare a ebollizione, poi togliere il cezve dal fuoco e aggiungere un cucchiaino di caffè a persona più uno
  • Il caffè va poi fatto bollire per due volte consecutive, avendo cura, tra un’ebollizione e l’altra, di togliere il cezve dal fuoco. Si può scegliere di eliminare la schiuma oppure di mantenerla prima di mescolare bene
  • Prima di servire il caffè, aggiungere un cucchiaio di acqua fredda per accelerare il deposito di polvere di caffè sul fondo e versarlo poi in tazza senza filtrarlo.

    L’aromatizzazione

    In molti Paesi il questo caffèviene aromatizzato con spezie, quali cardamono cannella.
    Se si desidera provare è sufficiente aggiungere le spezie macinate finemente.

    https://www.illy.com/it-it/company/caffe/come-preparare-caffe-tda da 

    Turska_kava
    https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Turska_kava.jpg?uselang=it Autore Silverije

Tradizioni Natalizie Slovenia

slovenia-s-christmas-traditions

Dokiai Aikido / Flickr / CC BY-SA 2. 0

Se sei pensando di trascorrere le vacanze di Natale in Slovenia quest’anno, tieni presente che la Slovenia celebra il Natale come la maggior parte dei paesi occidentali il 25 dicembre, ma alcune delle tradizioni e dei costumi di questo paese dell’Europa orientale differiscono da quelli celebrati in altre parti del mondo.

Avrai voglia di visitare la capitale Lubiana, il cui Mercatino di Natale vanta una vasta gamma di arti e mestieri natalizi, prodotti da forno e regali speciali perfetti per le festività natalizie, ed esplorare alcune delle altre vacanze tradizioni osservate in Slovenia in questo periodo dell’anno, tra cui la festa del Capodanno più popolare.

Non importa dove tu vada, però, la Slovenia è sicura di metterti nello spirito natalizio, completa delle visite di San Nicola (o nonno Gelo, come viene spesso chiamato in sloveno) e di ricevere regali di Natale il giorno di San Nicola (dicembre 6).

Decorazioni natalizie in Slovenia

La creazione di presepi è una tradizione in Slovenia che risale a diverse centinaia di anni, ma anche se la creazione di presepi in casa è comune, le scene del presepe pubblicamente visibili sono diventate popolari in Negli ultimi anni, i presepi viventi più famosi sono quelli che si trovano nelle Grotte di Postumia e nella chiesa francescana di Lubiana sulla piazza Prešeren.

Gli alberi di Natale sono decorati in Slovenia, più spesso ora con decorazioni acquistate che con decorazioni fatte in casa come nei tempi antichi, e decorazioni sempreverdi come ghirlande e centrotavola di abete si vedono anche in Slovenia durante il periodo natalizio.

Troverai anche tutte le altre decorazioni preferite per le vacanze come i personaggi natalizi e le abbaglianti luci natalizie adornano molte delle strade slovene della città, offrendo panorami mozzafiato quando luoghi come la capitale Lubiana sono ricoperti di neve e di luce incandescente Decorazioni natalizie

Babbo Natale e altre tradizioni natalizie in Slovenia …https://it.thehessjourney.com/12467-slovenia-s-christmas-traditions

Cani da pastore del Carso

🐶 Sono belli, sono bravi, sono affettuosi e intelligenti. Sono i Kraški ovčarji, i cani da pastore del Carso, unica razza canina autoctona slovena.
Abbiamo incontrato gli amici a quattro (e a due) zampe degli allevamenti Psarna Miliruj e Psarna Kamen Gorska di Damijan Vitez.
Venite a conoscerli anche voi nel nostro nuovo video! 🐶

#Kraškiovčar #karstshepherd #pastoredelcarso #cane #razzacanina#ifeelslovenia #myway #Slovenia Feel Slovenia Kraški ovčarji Vipavska dolina – Vipava Valley Zavod za turizem TRG Vipava Visit Vipavska dolina – Vipava valley

Il Natisone

Ponte di Napoleone video da fb di Miha Koren

https://www.facebook.com/michele.coren/videos/10213239747728358/

https://www.facebook.com/michele.coren/videos/10213239824250271/

 Ponte di Napoleone – Napoleonov most-Podbela (SLO)aaboka-nadiza_50611

Il nome di questo ponte a gradini in pietra deriva dalle truppe di Napoleone che lo avrebbero attraversato. nel 1797 quando su di esso penetrarono dalla regione Veneto verso la Carinzia. Il ponte pero risale all’ epoca dell’ antica Roma. La sua posizione sopra alla stretta gola del Natisione coincide con le antiche vie (romane) che da Predol verso Logje e Robidišče continuavano poi lungo il Natisione.
Il ponte prova che la zona fu un importante luogo di transito fin dall’ epoca romana. Gli antichi costruttori di ponti sapevano che per attraversare il Natisone con il suo carattere torrenziale non deve essere posizionato su facili attraversate ma su solide roccie sopra delle gole , 100 metri di altitudine sotto Logje e quasi 300 metri sotto Robidišče, il più occidentale insediamento nei confini dello stato sloveno. Oggi esso rappresenta un’ indispensabile testimonianza architettonica ed un legame con il passato. Sotto il ponte c’è una gola magnifica adatta per il nuoto.Accesso: Il ponte di Napoleone è facilmente raggiungibile sia in auto, in bicicletta o a piedi in quanto si trova a pochi metri dalla strada che porta da Podbela in Robidišče. Da Podbela dista un chilometro abbondante. da https://breginjskikotit.wordpress.com/valli_natisone/storia_cultura/ponte_napoleone_podbela/

 

Scopri la Slovenia con Trenitalia

1023x440_Regionale_Friuli_Lubiana

Dal 9 Settembre 2018 Udine e Trieste sempre più vicine a Lubiana, grazie al nuovo servizio regionale che quotidianamente collega le città.

I nuovi servizi, operati in partnership con Slovenske železnice, ti accompagnano anche verso altre rinomate località di interesse turistiche come Palmanova, città patrimonio Unesco, Trieste Airport, con il nuovo polo intermodale che collega l’Aeroporto di Ronchi dei Legionari, Trieste, il capoluogo del Friuli Venezia Giulia, Postunia con le sue grotte e ultima, ma non meno importante Lubiana, capitale della Slovenia.

Le nuove relazioni, attive tutto l’anno, consentono di spostarsi in giornata tra le due nazioni sia per esigenze di lavoro che per una gita fuoriporta

In via straordinaria, in fase di avvio del nuovo collegamento con la Slovenia potrai acquistare il tuo biglietto direttamente a bordo treno senza nessuna maggiorazione. E’ sufficiente rivolgersi prontamente, in fase di salita a bordo, al Capotreno.

Tariffa transfrontaliera adulti Italia – Slovenia

Trieste Centrale Monfalcone Trieste Airport Cervignano AG Palmanova Udine
Lubiana 8,00 € 10,80 € 11,60 € 12,60 € 13,60 € 15,60 €
Borovnica 7,00 € 9,80 € 10,60 € 11,60 € 12,60 € 14,60 €
Logatec 5,80 € 8,60 € 9,40 € 10,40 € 11,40 € 13,40 €
Rakek 5,20 € 8,00 € 8,80 € 9,80 € 10,80 € 12,80 €
Postonja 4,20 € 7,00 € 7,80 € 8,80 € 9,80 € 11,80 €
Pivka 3,60 € 6,40 € 7,20 € 8,20 € 9,20 € 11,20 €
Divaca 2,60 € 5,40 € 6,20 € 7,20 € 8,20 € 10,20 €
Sezana 2,00 € 4,80 € 5,60 € 6,60 € 7,60 € 9,60 €
Villa Opicina 1,20 € 4,00 € 4,80 € 5,80 € 6,80 € 8,80 €

Tariffa transfrontaliera ragazzi Italia – Slovenia
Trieste Centrale Monfalcone Trieste Airport Cervignano AG Palmanova Udine
Lubiana 4,60 € 5,40 € 5,80 € 6,30 € 6,80 € 7,80 €
Borovnica 4,10 € 4,90 € 5,30 € 5,80 € 6,30 € 7,30 €
Logatec 3,50 € 4,30 € 4,70 € 5,20 € 5,70 € 6,70 €
Rakek 3,20 € 4,00 € 4,40 € 4,90 € 5,40 € 6,40 €
Postonja 2,70 € 3,50 € 3,90 € 4,40 € 4,90 € 5,90 €
Pivka 2,40 € 3,20 € 3,60 € 4,10 € 4,60 € 5,60 €
Divaca 1,90 € 2,70 € 3,10 € 3,60 € 4,10 € 5,10 €
Sezana 1,60 € 2,40 € 2,80 € 3,30 € 3,80 € 4,80 €
Villa Opicina 1,20 € 2,00 € 2,40 € 2,90 € 3,40 € 4,40 €
Orari dei servizi transfrontalieri

http://www.trenitalia.com/tcom/Treni-Regionali/Friuli-Venezia-Giulia/Scopri-la-Slovenia-con-Trenitalia

Su e giù per Brda in eBike

brdaebike-intro-730x410fonte SloVely di Sara Terpin
Goriška Brda – il Collio sloveno. Pittoresche distese di vigneti intervallate qua e là da boschi, paesini arroccati in cima alle colline con le loro chiesette caratteristiche… Ecco la parola chiave di Brda: colline. Un continuo sali e scendi, sicuramente panoramico, ma difficile da affrontare in bici per chi, come me, non è particolarmente allenato. Eppure esiste una soluzione per chi vuole esplorare Brda in modo ecologico, con il vento tra i capelli, ma senza stancarsi troppo: con un’eBike, ovvero una bicicletta a pedalata assistita!

Le meravigliose colline di Brda
Le meravigliose colline di Brda
Se non avete un’eBike, potete noleggiarne una al Centro di informazioni turistiche (TIC) presso il castello di Dobrovo. Già da qualche anno, infatti, il TIC Brda offre ai visitatori il servizio di noleggio biciclette a pedalata assistita, sia mountain bike che city bike. Per i più piccoli, su richiesta, si possono prenotare delle carrozzine da attaccare alla bici in cui i bambini possono godersi la gita in tranquillità.

Il castello di Dobrovo
Il castello di Dobrovo: qui comincia la nostra gita in eBike!
Il punto di partenza del nostro giro alla scoperta di Brda in eBike è quindi Dobrovo, cittadina famosa per la Klet Brda, una delle aziende vinicole più grandi della Slovenia, ma soprattutto per il suo castello. Costruito nella seconda metà del ‘600 sulle rovine di un’antica fortezza, è un bell’edificio rinascimentale con quattro torri angolari. Al suo interno è possibile visitare la sala dei cavalieri, la collezione di reperti storico-culturali e la mostra permanente delle opere del pittore sloveno Zoran Mušič.

La cantina di Brda al tramonto
La cantina di Brda al tramonto
Da Dobrovo ci siamo diretti verso Medana, paese natale del poeta Alojz Gradnik (di cui si può visitare la casa), che descrisse in versi indimenticabili le bellezze di Brda. Da Medana ci aspetta la prima discesa più lunga, verso Ceglo, il cui nome deriva da un’antica fabbrica di mattoni che si trovava qui in epoca romana (“ceglo” o “cegel” significa “mattone” in dialetto locale). Ad attirare la nostra attenzione è una sorta di piccolo castello con cappella annessa, oggi trasformato in albergo. Un tempo fu proprietà dei Codelli, famiglia di nobili di Mossa, oggi famoso per la fiction Ena žlahtna štorija tramessa dalla TV slovena.

Il castelletto di Gredič a Ceglo
Il castelletto di Gredič a Ceglo
Da Ceglo ci dirigiamo verso Vipolže, dove sorge l’omonima villa, già antica fortezza trasformata prima in palazzetto di caccia dei conti di Gorizia e poi in bella residenza rinascimentale. Gravemente danneggiata durante la Prima Guerra Mondiale (durante la quale servì da ospedale militare), la villa ha conosciuto lunghi decenni di abbandono ma oggi, grazie agli interventi del Ministero della Cultura sloveno, è stata completamente restaurata. Al suo interno ospita un centro conferenze e un ristorante, mentre nel parco si possono ammirare dei cipressi centenari, i più antichi della Slovenia.

Villa Vipolže
Villa Vipolže
Dopo aver sfiorato il confine italiano, il nostro giro prosegue attraverso i bei villaggi di Dolnje Cerovo con la “misteriosa” chiesa di Sv. Lenart (misteriosa è più che altro la catena che circonda la chiesa, e sulla quale esistono numerose leggende) e Gornje Cerovo, dove ci fermiamo per goderci lo stupendo panorama sulle colline circostanti.

eBike a Gornje Cerovo
Ci si gode il panorama a Gornje Cerovo
Lasciando San Floriano del Collio sulla nostra destra, continuiamo quindi verso Hum, dove sulla strada ammiriamo una vecchia casa con lo “žbatafur”, il focolare aggettante, elemento architettonico tipico di Brda. Arriviamo quindi a Kojsko, ma la nostra vera meta è un po’ più in alto: la chiesetta di Sv. Križ nad Kojskem, vero gioiello dell’architettura gotica che si erge sopra il villaggio. Con una bici normale non mi sarei mai avventurata lassù, ma grazie alla pedalata assistita riesco ad arrivare fino in cima, con mia grande soddisfazione. La vista è bellissima: il sole tramonterà a breve e gli ultimi raggi illuminano con una luce calda l’unica delle torri rimaste che un tempo circondavano il “tabor”, la fortificazione intorno alla chiesa.

In eBike alla chiesa di Sv.Križ nad Kojskem
In eBike alla chiesa di Sv.Križ nad Kojskem
Invece di passare per Dolnje Cerovo, in alternativa si può salire per il paesino di Kozana e arrivare a Šmartno, probabilmente il paesino più pittoresco di Brda. Circondato da mura e da torri di guardia del ‘600, passeggiare per le viuzze (chiamate “gase”) di questo micro-villaggio è semplicemente incantevole. Molte delle antiche case sono state restaurate e presentano le caratteristiche tipiche dell’architettura rurale di Brda: i ballatoi in legno chiamati “ganjki”, le tavelle dipinte sotto le tegole e i focolari aggettanti (“žbatafur”). Le case sono costruite concentricamente intorno alla chiesa di San Martino, che ha anche dato il nome al paese. All’interno si possono ammirare gli affreschi e la via crucis del famoso pittore sloveno Tone Kralj.

In eBike nella splendida Šmartno
In eBike nella splendida Šmartno
Il sole sta calando e noi vogliamo goderci il tramonto dal punto più panoramico di Brda: la torre di Gonjače, riconoscibile da lontano per la sua struttura a spirale. Costruita nel 1961 accanto al monumento in onore ai caduti della Seconda Guerra Mondiale, è alta 23 metri e la salita di 144 gradini viene premiata con un panorama mozzafiato che spazia dalle Alpi fino al mare.

Osservando il sole che si tuffa tra i monti – e con un buon calice di bianco in mano – si conclude il nostro giro in eBike per Brda, un’esperienza entusiasmante sicuramente da ripetere.

brdaebike_09
La torre panoramica di Gonjače
Il nostro itinerario è stato un po’ improvvisato e adattato ai nostri interessi, ma al Centro informazioni turistiche di Dobrovo sapranno consigliarvi e fornirvi anche una mappa con diversi itinerari tematici. Su richiesta è possibile effettuare visite guidate in bici. Data la notevole richiesta, è consigliabile prenotare le bici con un certo anticipo, anche per e-mail all’indirizzo tic@brda.si. È possibile noleggiare le bici per 4 o 8 ore, su richiesta anche di più.

Curiosi di vedere com’era il nostro giro tra le colline di Brda? Date un’occhiata al breve video che abbiamo preparato per voi:

Come arrivare

Da Trieste e dal resto d’Italia: si deve andare a Gorizia e da lì proseguire per San Floriano del Collio. Passato il confine si arriva a Hum da dove si prosegue passando per diversi paesi citati nell’articolo (Kojsko, Šmartno, Gonjače) fino ad arrivare a Dobrovo e al suo castello. Tempo di percorrenza: 1 ora (da Trieste).

Da Gorizia: basta salire a San Floriano del Collio e proseguire verso la Slovenia, oppure andare a Mossa, Preval e da lì attraversare il confine a Vipolže, proseguendo a sinistra dal distributore di benzina verso Ceglo e quindi dritti fino a Dobrovo. Tempo di percorrenza: 20 minuti (30 da San Floriano).

Da Udine: conviene andare a Cividale del Friuli e da lì proseguire lungo la strada per Cormons, svoltando a sinistra nell’abitato di Spessa in direzione Dolegna del Collio. Raggiunto Craoretto si procede a destra verso Vencò, da dove si seguono le indicazioni per la Slovenia. Tempo di percorrenza: 45 minuti.brdaebike_07

Vinjeta

Non si percorre alcuna autostrada per raggiungere Goriška Brda, pertanto la vinjeta non è necessaria.

http://www.slovely.eu/2018/10/07/su-e-giu-per-brda-in-ebike/

Escursione tra i larici di Sleme

sleme-minIn vista di Ottobre, ForEst inizia come ogni anno la serie di coloratissime uscite .. a caccia di colori !
Oggi pomeriggio saliremo ad un cantuccio di incomparabile bellezza, all’interno del Parco del Triglav (Slovenia)
: la panoramica conca di Sleme, al cospetto di alcuni eleganti giganti di roccia delle Alpi Giulie.

Sabato 29 Settembre

Il viaggio autunnale di ForEst ha inizio nel cuore delle alte montagne del Parco Nazionale del Triglav, in Slovenia, nei pressi del passo Vršič.
Attraverso pianori ammantati da larici prossimi a colorarsi d’oro, e circondati da alcuni dei giganti sloveni delle Alpi Giulie, mireremo a Sleme, un’oasi di pace dove riposare e godere di un indimenticabile panorama.
Il rientro al Vršič mentre si fa sera non ha bisogno di molti commenti aggiuntivi… 🙂

DIFFICOLTA’: Escursionistica (E). Sentieri battuti in ambiente montuoso, richiesto allenamento alla camminata in montagna.
DISLIVELLO: 400 metri circa
DURATA dell’escursione: 4/5 ore comprese le soste

RISTORO: Pranzo al sacco. 

RITROVOcon le auto: ore 11 alla Latteria (Caseificio) di Ugovizza, Via Pontebbana, 24 (Clicca qui per  Indirizzo Google Maps – oppure clicca qui per Street View).
Seguirà trasferimento in Slovenia (circa 1 ora di strada)

ABBIGLIAMENTO RICHIESTO: Obbligatori scarponcini da trekking. Consigliati bastoncini da trekking. Equipaggiamento anti-pioggia. Abbigliamento caldo per eventuale vento o basse temperature.

NOTEImportante! Escursione in territorio sloveno: non dimenticare un documento di identità in corso di validità ; verificare che l’auto abbia i documenti in regola e tutta la dotazione per l’estero.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 12 € adulti. 6 € ragazzi fino a 17 anni. Gratuita per i bambini al di sotto degli 11 anni.

GUIDA: Marco Pascolino (Guida, Agrotecnico Naturalista)


PRENOTAZIONE

Per partecipare alle uscite è necessario prenotare inviando mail a

info@studioforest.it
specificando NOME, COGNOME E NUMERO DI TELEFONO

oppure contattando

Marco Pascolino  339 5220309 – Stefania Gentili 333 4374335

Per godere al meglio delle spiegazioni della guida e per rispettare l’ambiente circostante, l’escursione prevede un numero limitato di partecipanti: Prenotazione obbligatoria!


NOTE IMPORTANTI !

METEO

Per il FVG ForEst fa affidamento alle previsioni di Osmer – www.meteo.fvg.it in quanto fonte ufficiale, professionale ed attendibile.
Lo stesso vale per il Veneto con Arpav Meteo – http://www.arpa.veneto.it/previsioni/it/html/index.php e per la Slovenia – http://meteo.arso.gov.si/met/en/

Fino all’ultimo bollettino meteo (a 16/24 ore dall’uscita) valutiamo attentamente le condizioni.

Se previste perturbazioni, o per impraticabilità del percorso, il programma dell’escursione potrebbe subire alcune variazioni.
SOLAMENTE in quest’ultimo caso gli iscritti saranno avvisati tramite SMS entro il giorno precedente.
Qualora non ci siano comunicazioni, l’escursione sarà confermata come da programma consultabile sul sito!

ZECCHE

Durante OGNI escursione (dal mare ai monti) è possibile incappare nella presenza di zecche.
Occorre prendere le adeguate “contromisure” indossando adeguato vestiario, con eventuali repellenti e soprattutto controllandosi bene una volta arrivati a casa.
Invitiamo a LEGGERE documento ufficiale della Regione FVG sul comportamento da tenere per ridurre il rischio di infezione dal morso della zecca: http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/salute-sociale/zecche/FOGLIA3/

http://www.studioforest.it/eventi/sleme/

LIBERI DI DIFFONDERE A TUTTI GLI INTERESSATI 🙂