Conosci le scritture su Aquileia?

Conosci le scritture su Aquileia? I primi a scrivere su Aquileia sono gli antichi storici 📜: Tito Livio, Velleio Patercolo, Strabone, Plinio il più vecchio, Tacito ed Erodian raccontano la sua fondazione romano nel 181 v. C.C. quanto fosse grande e importante per il commercio e per la gestione delle frontiere a est. Parlano anche degli imperatori che rimangono lì. Nel corso dei secoli, Aquileia ha conservato il suo carisma e ha ispirato altri scrittori come: Elio Bartolini (Racconti aquileiesi) 📖; Jorge Luis Borges e uno dei suoi cittadini più famosi, Francesco Tullio-Altan, autore della Pimpa, Cipputi e molte altre illustrazioni che … Continua a leggere Conosci le scritture su Aquileia?

3 maggio 1941, viene istituita la provincia di Lubiana — ITALIANI IN GUERRA

Il 17 aprile dopo solo 11 giorni di guerra, il Regno di Jugoslavia invaso il 6 aprile dalle truppe dell’Asse si arrendeva e le potenze vincitrici provvidero allo smembramento dei territori appena conquistati. All’Italia vennero assegnati direttamente o indirettamente ampie porzioni di territorio. Fra di esse spicca la zona di Lubiana che di fatto venne […] 3 maggio 1941, viene istituita la provincia di Lubiana — ITALIANI IN GUERRA Continua a leggere 3 maggio 1941, viene istituita la provincia di Lubiana — ITALIANI IN GUERRA

Epidemie e pandemie, cosa insegna la storia

La peste imperversò in Europa dalla metà del 1300 fino all’ultima pandemia (fra la seconda metà dell’Ottocento e l’inizio del Novecento), quando finalmente fu scoperto l’agente responsabile e la modalità di trasmissione. La “peste nera” trecentesca causò la morte di circa un terzo della popolazione europea, mentre quella tardo ottocentesca determinò circa 10 milioni di decessi in tutto il mondo. Le prime forme di profilassi furono avviate proprio con la peste ed è ben noto che fu Venezia a introdurre l’isolamento coatto dei malati, nell’isola del lazzaretto vecchio (1423), e la quarantena nell’isola del lazzaretto nuovo (1468) per tutti coloro … Continua a leggere Epidemie e pandemie, cosa insegna la storia

Così i bimbi giocavano a Subit

Subit/Subid /frazione di Attimis Come nel resto del Friuli-Venezia Giulia e di tutto il territorio italiano, le norme di contenimento del coronavirus hanno comportato un’interruzione per le lezioni in presenza anche nelle scuole d’infanzia e primaria di Taipana, attive nell’ambito dell’Istituto comprensivo di Tarcento. Non è stato, così, possibile proseguire anche prima del periodo pasquale con le attività che, in collaborazione con l’Associazione/ Združenje don Eugenio Blanchini e alcuni volontari del territorio, portano i bambini alla scoperta di peculiarità e usanze locali. Già a febbraio, tuttavia, durante un incontro alla scuola primaria di Taipana con le Giulia e Grazia Scubla, … Continua a leggere Così i bimbi giocavano a Subit

Marco Puppini. Espatri e rimpatri clandestini di antifascisti friulani negli anni del regime. — Non solo Carnia

In questo clima claustrofobico da isolamento domiciliare, con prove in alcuni paesi europei di fascismo prossimo venturo, ho preparato questi brevissimi cenni sull’emigrazione politica clandestina dal Friuli, o che ha visto come protagonisti dei friulani, durante gli anni del fascismo. Emigrazione in uscita dall’Italia ma anche in entrata, durante la seconda guerra mondiale. Molte delle… Marco Puppini. Espatri e rimpatri clandestini di antifascisti friulani negli anni del regime. — Non solo Carnia Continua a leggere Marco Puppini. Espatri e rimpatri clandestini di antifascisti friulani negli anni del regime. — Non solo Carnia

I cosacchi del Grebegn. Da un racconto di Lev Tolstoj. — Non solo Carnia

Un giorno stavo passeggiando al mercato del sabato al rione del Trullo a Roma. Ad un certo punto mi soffermai a guardare cosa proponeva una bancarella di libri, cercandone uno per mio nipote Andrea, e magari uno cartonato per bimbi davvero piccoli da donare a quel briciolino di Leone, di pochi mesi. 4.503 altre parole I cosacchi del Grebegn. Da un racconto di Lev Tolstoj. — Non solo Carnia Continua a leggere I cosacchi del Grebegn. Da un racconto di Lev Tolstoj. — Non solo Carnia

Coronavirus, l’epidemia di vaiolo che la Jugoslavia e l’Europa sconfissero nel 1972

EPIDEMIE Portato in Europa dall’Afghanistan, venne debellato nell’arco di due mesi, grazie al vaccino e alla legge marziale di Francesco Battistini shadow «Messe in quarantena 430 persone che hanno avuto contatti col primo infetto». «L’ordine tassativo è di limitare al minimo gli spostamenti all’interno delle zone di contagio». «Le manifestazioni sportive sono vietate fino a nuovo ordine». «Ridotti al minimo tutti i riti religiosi». «La popolazione è invitata a evitare assembramenti». «Un’intera regione è stata posta in isolamento». «La polizia di frontiera controlla sulle entrate e sulle uscite». «Numerosi turisti hanno disdetto le prenotazioni»… Vi dice qualcosa? Niente è più inedito … Continua a leggere Coronavirus, l’epidemia di vaiolo che la Jugoslavia e l’Europa sconfissero nel 1972

I Cosacchi

ROSALIA SPANGARO, classe 1899, Ampezzo ( Carnia)Di sé scrive:“Un giorno sono venuti i Cosacchi, e io dovevo nascondere due partigiani.Ho chiuso lo stavolo (stalla): uno si è nascosto nella mangiatoia, e uno dove si mette il fieno.Un cosacco mi ha ordinato di aprire la porta, ma io ho fatto finta di essere una povera stupida e gli ho detto che non avevo la chiave; allora mi mandano a prenderla, ma quando sono già a un pezzo di strada mi richiamano e mi dicono di lasciar stare…E così se ne sono andati, altrimenti mi avrebbero uccisa “. Forse per questo ( e … Continua a leggere I Cosacchi