Camminata in ricordo dell’eroe Marko Redelonghi

A 75 anni dalla morte di Marco Redelonghi il 5 maggio si farà una camminata in sua memoria  Chi era Redelonghi Comandante Partigiano e Eroe Nazionale (massima decorazione jugoslava).(nato 24.4.1912 a Zapotok – Pulfero; morto a Brdca nei pressi di Berginj 5.5.1944). Il papà Bernardo, maniscalco e contadino, dopo la prematura morte della moglie, Aloisia Zorza di Mersino, avvenuta in data 1 aprile 1926 ,da solo doveva mantenere una numerosa famiglia di sei persone. Marco, dopo il decesso della madre, ha svolto lavori saltuari in varie località del Friuli. Nel 1937, si trasferì a Berginj dove sposò Maria Kramar da Podbela e dalla quale ebbe due figli. Successivamente la famiglia si trasferì in Germania dove … Continua a leggere Camminata in ricordo dell’eroe Marko Redelonghi

Quando ero piccola…

Quando ero piccola il 1° Maggio al mattino andavo con papà nella piazzetta del mercato all’uscita dalla galleria Bardelli a Udine(Lavoratore)ad ascoltare il comizio sotto al grosso platano.Mi piaceva perchè mi appuntavano il garofano rosso sulla giacchina.Poi andavamo con papà alla “Ghiacciaia” a bere qualcosa.La mamma mi mandava sempre con lui ,perchè così si ritornava a casa più presto per il pranzo.Al pomeriggio con tutta la famiglia andavo a Cervignano o a Trieste allo Stadio. Continua a leggere Quando ero piccola…

C’era una volta…

“C’è solo un momento in cui l’uomo è se stesso: quand’è beatamente seduto sul cesso!” Giorgio Mazzoldi (dal web) I giovani non l’hanno mai visto nè usato,io che ho la  mia età l’ho anche usato. Nelle case  di campagna o montagna una volta non c’era il water con l’acqua corrente,ma questo tipo di gabinetto (cesso).Si trovava spesso fuori o in casa,aveva  una piccola finestra senza vetri per far entrare la luce e per far uscire l’odore, all’interno aveva un semplice foro sul pavimento.Era costruito con quattro pareti di legname in muratura o cemento, la porta era di legno e il … Continua a leggere C’era una volta…

25 aprile: Liberazione o San Marco?

A Pordenone dove abito io,generalmente se dici festa del 25 aprile rispondono:”Sì è San Marco” E ‘il patrono di Pordenone e di Venezia.Anche i bambini sono convinti che la vacanza sia per S.Marco.Spero che a scuola si parli della ricorrenza della Liberazione,quando insegnavo io  lo facevo. Il #25aprile per quanto universale non è una data per tutti. Non può esserlo. E’ un giorno profondamente divisorio nella storia d’Italia. E’ giusto così. Chi sceglie di festeggiare #SanMarco alla festa della #Liberazione ha già scelto da che parte della storia schierarsi. Sarebbe sacrosanto che anche in Istria ad esempio le minoranze autoctone italiane festeggino questo giorno come giorno della … Continua a leggere 25 aprile: Liberazione o San Marco?

74° anniversario della Liberazione

L’ anniversario della Liberazione d’Italia (anche chiamato festa della Liberazione , anniversario della Resistenza o Semplicemente 25 aprile ) è una festa nazionale della Repubblica Italiana che ricorre il 25 aprile di ogni anno.E’ un giorno fondamentale per la storia d’Italia in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall ‘ 8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista continua qui… https://www.wikiwand.com/it/Anniversario_della_liberazione_d%27Italia Oltre alla cerimonia ufficiale del 25 aprile in piazza Libertà e in piazzale XXVI Luglio a Udine, la … Continua a leggere 74° anniversario della Liberazione

Perché voterei NO alla proposta di legge regionale Fvg su interventi culturali e scolastici per la conoscenza ed il ricordo del dramma post- bellico al confine orientale e delle ‘foibe’ . — Non solo Carnia

Non intendevo più scrivere una parola sui fenomeni avvenuti al confine ad est d’ Italia alal fine della seconda guerra mondiale, perchè preferisco interessarmi delle nostre acque, della resistenza, della montagna come risorsa e di pubblicare le mie interviste anni ’70, ma poi ho letto ieri, 8 aprile 2019, sul Messaggero Veneto, un articoletto intitolato:… via Perché voterei NO alla proposta di legge regionale Fvg su interventi culturali e scolastici per la conoscenza ed il ricordo del dramma post- bellico al confine orientale e delle ‘foibe’ . — Non solo Carnia Continua a leggere Perché voterei NO alla proposta di legge regionale Fvg su interventi culturali e scolastici per la conoscenza ed il ricordo del dramma post- bellico al confine orientale e delle ‘foibe’ . — Non solo Carnia