Clabuzzaro/Brieg (Drenchia-Dreka)

https://www.facebook.com/JudrioDolina/videos/380796269374818/

 Dopo Clabuzzaro, 10 min, verso il kolovrat a sinistra sul sentiero…portare con sè una pila.

Annunci

Sciare a Sella Nevea

48389466_2071379412923476_7534472947675693056_n
[ Bildarchiv PromoTurismoFVG, ph Fabrice Gallina ]
🏂 sci transfrontaliero! 🏂
Da Sella Nevea puoi raggiungere anche la stazione sciistica slovena di bovec con il tuo skipass 🤩
Superare i limiti di sci non è mai stato così facile e conveniente! 😎
Scopri di più su ➡️bit. Ly / schnee18 _ sellaneveakanin _ it
#FVGlive Entdecke Italien Tarvisiano e Gemonese Turismo Il Tarvisiano
[Fototeca,, Ph Fabrice Gallina]

Boom del turismo bianco

Udine

Durante le festività natalizie dal 24 dicembre al 6 gennaio,in Friuli si sono registrati oltre 4mila sciatori in più rispetto allo scorso anno.E’ un successo per la montagna friulana.Anche in una stagione come quella attuale,caratterizzata da mancanza di neve,si è potuto sciare in tutto il comprensorio regionale.Sono stati realizzati ammodernamenti strutturali nei poli:la nuova seggiovia di Tarvisio,il potenziamento della rete idrica dello Zoncolan e Forni di Sopra,la nuova centrale a Sella Nevea.Sono state introdotte innovazioni tecnologiche:nuove webcam a 360 gradi per visionare le condizioni di sciabilità, pianificazioni pubblicitarie. fonte https://udine.diariodelweb.it/udine/articolo/?nid=20190111-536091&fbclid=IwAR1I_FdzRrGkqu_Ff5yuPYEPb0AQmIAoARuBGDK8dEPteQebaLvz3qBX83M

News

Piano di investimenti da 25 milioni:intanto è boom di skipass venduti

Un piano da 25 milioni di euro – di cui 20 per opere strategiche come nuove piste da sci e 5 per le manutenzioni straordinarie del demanio esistente –, un ulteriore assegno da 5 milioni destinato a stimolare gli investimenti privati in strutture di accoglienza e gli acquisti degli skipass in prevendita che fanno segnare un record. La giunta regionale, in sintesi, comincia dunque la stagione turistica invernale con le idee chiare, un preambolo positivo e con l’auspicio quindi che, da qui in avanti, in Fvg non manchi l’unico elemento su cui non può davvero intervenire: la neve naturale.

I poli della Regione

Per l’assessore al Turismo Sergio Bini il fiore all’occhiello «secondo un’indagine marketing recentemente portata a termine» della montagna friulana è «lo Zoncolan, dove abbiamo già destinato 2 milioni di euro per l’adeguamento del parcheggio e dove sono in corso una serie di approfondimenti con investitori privati per migliorare l’offerta ricettiva», ma gli interventi previsti dalla giunta riguarderanno ogni polo del Fvg. Dai “si dice” di questi giorni, infatti, pare che a Sella Nevea dovrebbe essere assegnato il milione risparmiato dopo il blocco della realizzazione dello skilift, oltre a un milione e mezzo per creare un impianto più moderno ed efficiente.

Un altro milione e mezzo, poi, dovrebbe andare a Piancavallo per la realizzazione di una nuova pista, più o meno 5 milioni a testa entreranno nelle casse di Tarvisio, Zoncolan e Forni di Sopra e 2 milioni a Sappada. In questo caso la somma servirà per acquisire gli impianti allo stesso prezzo con cui furono comprati all’epoca della liquidazione (800 mila euro) utilizzando la cifra rimanente (1,2 milioni) per investimenti. «Negli ultimi 5 anni – sostiene il consigliere leghista Stefano Mazzolini – c’è stato un blocco degli investimenti in montagna. Noi in otto mesi abbiamo già offerto le prime risposte di ben altro tipo per quanto il nostro operato dovrà trovare riscontro anche negli investimenti privati».

Fondo sviluppo

Nelle ultime settimane Bini ha quindi sbloccato altri 5 milioni di euro inserendoli nel cosiddetto “Fondo sviluppo” con l’obiettivo di incentivare e facilitare l’attività dei privati. «Siamo riusciti a bypassare il Frie – spiega l’assessore –, in modo tale da garantire una risposta economica e gestionale a chi vuole, davvero, investire in montagna». Rispetto al passato, infatti, Bini ha convinto la giunta a portare da 15 a 25 anni il tetto massimo di tempo in cui un privato può restituire i finanziamenti ottenuti aumentando anche il volume massimo del contributo.«Per il singolo intervento – continua Bini – siamo passati da un massimale di 500 mila euro, francamente inutile, a 4 milioni con il cumulo dei fondi garantito a un solo imprenditore che sale a 8 milioni al posto dei precedenti 2. Così aiutiamo, davvero, gli investitori e possiamo fare crescere la montagna friulana che certamente non si esaurisce nel semplice demanio pubblico».

Skipass venduti

Positivo, intanto, il dato relativo agli skipass venduti in prevendita. «I numeri sono da record – sostiene l’assessore – visto il dato finale in aumento del 10,7% rispetto allo scorso anno con un incasso pari a 982 mila 855 euro contro gli 857 mila del 2018. E il risultato è un mezzo miracolo se consideriamo come le vendite siano avvenute senza che sia caduto nemmeno un fiocco di neve. Questo significa che la rivisitazione del piano tariffario voluta quest’anno si è dimostrata una scelta vincente a differenza di quello che sostenevano illustri esponenti del Pd a partire dall’ex assessore Sergio Bolzonello».

https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2018/12/16/news/piano-di-investimenti-da-25-milioni-intanto-e-boom-di-skipass-venduti-1.17568845

 

I diorami di Franca Venuti, affascinanti microcosmi al Museo Etnografico, Udine

I diorami dedicati agli interni friulani e ai Cramars

Le miniature guidano in un viaggio nel tempo carico di memoria per chi le ha vissute e di conoscenza per chi, come i più giovani, non hanno avuto esperienza di questi tempi. Vi sono riprodotti focolars, cucine, dispense, stalle, latterie, ma anche Piazza San Giacomo rappresentata come la antica Place des ierbis.

Vi invitiamo a intraprendere con noi questo viaggio nella memoria di tempi ormai ben diversi dai nostri, in cui la vita della comunità si svolgeva prevalentemente all’interno della famiglia.

Link evento: Fûc. Ricuàrts. Microcosmi nelle creazioni di Franca Venuti

Link Civici Musei Udine: http://www.civicimuseiudine.it/it/component/content/article

https://www.facebook.com/saporidicasaVenuti/videos/1906708362779914/

 Breve estratto di ciò cbe troverete esposto al Museo Etnografico del Friuli fino al 14 febbraio 2019

https://www.facebook.com/saporidicasaVenuti/videos/1906708362779914/

Domenica a Raveo

https://www.facebook.com/1875199322766607/videos/2053875277968056/

 SAPORI DI CARNIA – 32a edizione
9 DICEMBRE 2018 a RAVEO

Una giornata di festa in un paese di fiaba, con squisite degustazioni nelle tipiche androne, mercatino agroalimentare a cura delle aziende agricole carniche locali e intrattenimento musicale.
Come ogni anno, DA NON PERDERE !!!

Tradizioni Natalizie Slovenia

slovenia-s-christmas-traditions

Dokiai Aikido / Flickr / CC BY-SA 2. 0

Se sei pensando di trascorrere le vacanze di Natale in Slovenia quest’anno, tieni presente che la Slovenia celebra il Natale come la maggior parte dei paesi occidentali il 25 dicembre, ma alcune delle tradizioni e dei costumi di questo paese dell’Europa orientale differiscono da quelli celebrati in altre parti del mondo.

Avrai voglia di visitare la capitale Lubiana, il cui Mercatino di Natale vanta una vasta gamma di arti e mestieri natalizi, prodotti da forno e regali speciali perfetti per le festività natalizie, ed esplorare alcune delle altre vacanze tradizioni osservate in Slovenia in questo periodo dell’anno, tra cui la festa del Capodanno più popolare.

Non importa dove tu vada, però, la Slovenia è sicura di metterti nello spirito natalizio, completa delle visite di San Nicola (o nonno Gelo, come viene spesso chiamato in sloveno) e di ricevere regali di Natale il giorno di San Nicola (dicembre 6).

Decorazioni natalizie in Slovenia

La creazione di presepi è una tradizione in Slovenia che risale a diverse centinaia di anni, ma anche se la creazione di presepi in casa è comune, le scene del presepe pubblicamente visibili sono diventate popolari in Negli ultimi anni, i presepi viventi più famosi sono quelli che si trovano nelle Grotte di Postumia e nella chiesa francescana di Lubiana sulla piazza Prešeren.

Gli alberi di Natale sono decorati in Slovenia, più spesso ora con decorazioni acquistate che con decorazioni fatte in casa come nei tempi antichi, e decorazioni sempreverdi come ghirlande e centrotavola di abete si vedono anche in Slovenia durante il periodo natalizio.

Troverai anche tutte le altre decorazioni preferite per le vacanze come i personaggi natalizi e le abbaglianti luci natalizie adornano molte delle strade slovene della città, offrendo panorami mozzafiato quando luoghi come la capitale Lubiana sono ricoperti di neve e di luce incandescente Decorazioni natalizie

Babbo Natale e altre tradizioni natalizie in Slovenia …https://it.thehessjourney.com/12467-slovenia-s-christmas-traditions

Ci troviamo all’interno del Parco delle prealpi Giulie nell’alta Val del Torre. La partenza è da Borgo Simaz, che si raggiunge una volta giunti a Musi seguendo le indicazioni presenti che indicano “Sentiero Natura Valle Musi”. Dove la strada asfaltata finisce inizia il sentiero indicato da un grande cartellone. Li’ si può anche lasciare l’auto. […]

via Sentiero Natura Valle Musi — Camminabimbi