Pubblicato in: attualitร  olgited, friuli, reblog, xcolpevolex

Antimafia: Per la prima volta sei pagine della relazione DIA solo sul FVG

diaaaChe il Friuli Venezia Giulia non sia immune dalle mafie, lo sapevamo da tempo. Ma impressiona vedere come, nell’ultima relazione della DIA, che ha per riferimento il primo semestre del 2018, si sia passati dalle canoniche poche righe dedicate al FVG, a ben sei pagine strutturate solo su questa regione. Ciรฒ perchรจ รจ cambiata anche la struttura della canonica relazione rispetto al passato. Si ricorda che nelle pregresse relazioni si evidenziava che โ€œโ€ฆla presenza delle mafie in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige non appare cosรฌ consolidata e strutturata come nelle regioni del nord ovest, ma diversi elementi fanno ritenere che siano in atto attivitร  criminali piรน intense di quanto finora emerso perchรฉ lโ€™area รจ considerata molto attrattivaโ€ฆโ€

Cosa dice il quadro attuale?

FVG polo di potenziale attrazione per sodalizi criminali mafiosiย 
Si scrive che “la ricchezza del tessuto economico-produttivo del Friuli Venezia Giulia permette di riprodurre lo stato di sostanziale equilibrio socio economico di tutto il nord-est dโ€™Italia e, come tale, costituisce un polo di potenziale attrazione per i sodalizi criminali, anche di tipo mafioso. Analogamente a quanto registrato nella altre regioni della macroarea geografica in analisi, non si ravvisano le caratteristiche della stabilizzazione e del consolidamento di tali gruppi criminali ma, sicuramente, emergono i caratteristici segnali di interessi criminosi volti principalmente ad attivitร  di reinvestimento e riciclaggio dei proventi di attivitร  illecite.”
Annunci
Pubblicato in: friuli, reblog, ricorrenza, slovenija, storia, xcolpevolex

Scoppia caso diplomatico tra Italia e Slovenia per le semplificazioni sconcertanti sul Giorno del Ricordo.Dall’Italia “revisionismo senza precedenti”

in dataย 

Non siamo ai livelli di Italia e Francia, dove รจ stato richiamato l’ambasciatore per consultazioni. Ma, dopo la breve quiete, dopo aver incassato il durissimo colpo che รจ arrivato dal capo del governo italiano, dal Presidente della Repubblica e dal Presidente del Parlamento europeo, non potevano, almeno in Slovenia, tacere. Si รจ detto e scritto che le vicende del Confine Orientale sono complesse. Anche la legge istitutiva del giorno del ricordo le definisce come complesse. Ma in 15 anni, da quando questa legge esiste, si รจ chiuso in questo 2019, il cerchio, con una semplificazione storica sconcertante. Mettendo sullo stesso piano nazisti e comunisti jugoslavi, con la sola discriminante della diversa ideologia, mettendo sullo stesso livello foibe e Risiera, e pertanto non dovrร  stupire se qualcuno dirร  che la stella Rossa della Jugoslavia di Tito รจ come la svastica della Germania nazista di Hitler. Nessuno ha mai negato la vicenda delle foibe, cosรฌ come quella dell’esodo. Ma che il ricordo delle vittime innocenti, sia stato strumentalizzato anche per riabilitare “martiri fascisti e nazifascisti” รจ innegabile.ย  Che ci sia un disegno di riconoscere lo stesso valore morale a chi รจ stato dalla parte di Salรฒ, come a chi รจ stato dalla parte della Resistenza( ma solo filo-italiana) รจ innegabile. Cheย  i drammi che hanno interessato migliaia di persone con l’esodo siano stati strumentalizzati per fini nazionalistici che nulla hanno a che fare con la veritร  storica, e la dignitร  umana e il ricordo di queste vicende drammatiche, รจ innegabile. Strumentalizzazioni che hanno portato ad una semplificazione delle vicende del Confine Orientale, sconcertante, che avrร  ripercussioni anche su organizzazioni come l’ANPI, perchรจ, se si accetta l’impostazione che quanto accaduto eraย  solo per annientare tutto ciรฒ che fosse italiano e da ostacolo “al disegno di conquista territoriale e di egemonia rivoluzionaria del comunismo titoista” รจ evidente che chiunque abbia collaborato con i comunisti jugoslavi, cioรจ la nostra Resistenza, e non solo, possa essere additato di essere stato complice di chi ha compiuto deliberatamente crimini contro l’umanitร  e di guerra.ย Che necessitร  c’era, oggi, in un momento cosรฌ delicato, di riaccendere focolai che erano oramai sopiti se non spenti? Con l’Europa a rischio collasso? E di impostare una ricostruzione storica sulle vicende in questione in un modo cosรฌ semplicistico,riduttivo e con omissioni significative? Durissime, e comprensibili le reazioni in Slovenia.Come rende notoย Radiocapodistriaย con un post di Stefano Lusa.

Il Premier sloveno “ha parlato di falsificazioni e revisionismo storico senza precedenti, messo in atto da alti politici e persino da funzionari dellโ€™Unione europea, aggiungendo che il fascismo aveva come obiettivo quello di distruggere il popolo sloveno.” Come dargli torto? Per dirle con le parole di un caro amico, insomma, siamo proprio innanzi adย un passato che non passa. mb

ย https://xcolpevolex.blogspot.com/2019/02/scoppia-caso-diplomatico-tra-italia-e.html?spref=fb&fbclid=IwAR0wOmL55wCLgqabJf8xV3U-g1VSpXsgfFmtC45KtATrTzc870eWPrnFn10

Pubblicato in: attualitร , friuli, reblog, scelto da olgited, xcolpevolex

Cala la popolazione in FVG, scende sotto la soglia di 1milione e 215 mila, ma aumenta immigrazione dal meridione

safe_image (1)

Cala la popolazione in #FVG, scende sotto la soglia di 1milione e 215 mila, ma aumenta immigrazione dal meridione. Insomma, sarร  l’Italia meridionale,che inesorabilmente si svuota, a contribuire anche a salvare il FVG? Si aspetteranno i meridionali dal Molo Audace di #Trieste? Certo, non come negli anni bui del fascismo, per l’italianizzazione forzata. Quelli erano altri tempi. Pare.Oramai lo sappiamo da tempo. I dati, periodicamente, confermano quello che pare, salvo cambiamenti epocali, essere inevitabile. Scendere sotto la soglia di 1 milione di abitanti in FVG. Cala anche la popolazione in Italia per il quarto anno consecutivo. Al 1ยฐ gennaio 2019 si stima che la popolazione ammonti a 60 milioni 391mila residenti, oltre 90mila in meno sullโ€™anno precedente (-1,5 per mille). La popolazione di cittadinanza italiana scende a 55 milioni 157mila unitร  (-3,3 per mille). I cittadini stranieri residenti sono 5 milioni 234mila (+17,4 per mille) e rappresentano lโ€™8,7% della popolazione totale. La popolazione comunicata dall’Istat per il FVG รจ pari a 1 milione e 214 mila abitanti. Dunque circa ben 8.000 mila in meno rispetto al 2008. L’ISTAT rende noto che anche nel 2018 le regioni del Nord, e in particolar modo quelle del Nord-est, acquisiscono flussi netti positivi dal Mezzogiorno: la Provincia di Bolzano marca un saldo netto del +3,5 per mille, davanti allโ€™Emilia-Romagna (+3,1), alla Provincia di Trento (+2,7) e al Friuli-Venezia Giulia (+2,3). Insomma, sarร  l’Italia meridionale,che inesorabilmente si svuota, a contribuire anche a salvare il FVG? Si aspetteranno i meridionali dal Molo Audace di Trieste? Certo, non come negli anni bui del fascismo, per l’italianizzazione forzata. Quelli erano altri tempi. Pare.

Barone Marco

https://xcolpevolex.blogspot.com/2019/02/cala-la-popolazione-in-fvg-scende-sotto.html?spref=fb&fbclid=IwAR2CjZ5jJ9jk4haF_udIOxejxfGkJKhrkMV7Dqn4Qy9NdEAGPqvdnJEhJ7k