Il maestro Camilleri e il confine orientale.Dal suo amore per Trieste, alla zia slovena, passando da Bellosguardo

Il maestro Camilleri lascerà un vuoto incolmabile nella storia della letteratura italiana e mondiale. Aveva un suo fascino, era arguto, pungente, ironico e profondo. Certo, non tutto poteva essere condivisibile delle sue visioni, dei suoi pensieri, come è normale che sia, ma è stato uno degli ultimi grandi maestri che ha attraversato il ‘900 riuscendo…… Continua a leggere Il maestro Camilleri e il confine orientale.Dal suo amore per Trieste, alla zia slovena, passando da Bellosguardo

Previsto uno stanziamento regionale di 100 mila euro per il centenario dell’incendio del Narodni dom

Il 13 luglio del 1920 saranno cent’anni dall’assalto nazionalista al Narodni dom di Trieste, che vide anche il coinvolgimento di quel Giunta, capo del fascio triestino, legionario, che diventerà segretario del PNF. Bene immobile che attende di essere restituito alla “comunità slovena” con la piena attuazione dell’articolo 19 della Legge 38 del 2001. Il 21 luglio…… Continua a leggere Previsto uno stanziamento regionale di 100 mila euro per il centenario dell’incendio del Narodni dom

La rimozione dello striscione di Giulio dal palazzo della Regione.

Un torto a Giulio, un favore a chi nega verità e giustizia in data giugno 20, 2019 Per rimanere in termini calcistici, visto che l’occasione è stata data dagli Europei Under 21 di Calcio, con le bandierine esposte in ogni palazzo istituzionale di Trieste, la rimozione dello striscione con il quale si chiede la verità per…… Continua a leggere La rimozione dello striscione di Giulio dal palazzo della Regione.

Il mini controesodo degli italiani verso la Slovenia

No. Nessun ritorneremo nostalgico, nazionalistico di tempi bui e cupi. Ma una semplice necessità, scelta di vita, e opportunità. Il Piccolo di Trieste ha dedicato ampio spazio ad una questione che si sta consolidando nel corso degli anni, soprattutto da quando la Slovenia è entrata nell’Unione Europea. Quello che da molti è chiamato come un…… Continua a leggere Il mini controesodo degli italiani verso la Slovenia

Dl Omnibus, arriva un contributo di 10mila euro per progetto per lingua slovena

Dopo tante parole, forse arriva da parte dell’attuale maggioranza che guida la Regione FVG, un primo provvedimento concreto a favore della tutela della minoranza linguistica slovena. Il disegno di legge n. 54/XII ‘Disposizioni multisettoriali per esigenze urgenti del territorio regionale’, cosiddetto ‘Omnibus’, prevede che al fine di diffondere ed incrementare l’utilizzo della lingua slovena anche nell’ambito delle…… Continua a leggere Dl Omnibus, arriva un contributo di 10mila euro per progetto per lingua slovena

Nazario Sauro e Capodistria. Dalla targa,ai monumenti,spazzati via

Nazario Sauro e Capodistria. Dalla targa,ai monumenti,spazzati via Due fronti opposti, due opposti ideologici, ma che hanno trovato in comune, per ragioni diverse, l’avversità verso Nazario Sauro, mazziniano, irredentista, impiccato per tradimento dall’Austria nell’agosto del 1916. Verrà strumentalizzato, come accadrà per altri personaggi, dal fascismo, per diventare un veicolo, un mezzo con cui imporre il…… Continua a leggere Nazario Sauro e Capodistria. Dalla targa,ai monumenti,spazzati via

I croati di Trieste cosa pensano della statua di D’Annunzio? Visto quello che il “poeta”scriveva sul croato?

in data giugno 09, 2019 In un  carteggio molto significativo tra Benedetto Croce e Giuseppe Prezzolini , il filosofo, così si pronunciava su quello che è un simbolo fondamentale per il nazionalismo italiano, D’Annunzio: “facessero i nazionalisti farebbero i dannunziani”. Per poi evidenziare con gran vigore che “per me il Nazionalismo è una manifestazione terziaria della sifilide dannunziana. Quanto male…… Continua a leggere I croati di Trieste cosa pensano della statua di D’Annunzio? Visto quello che il “poeta”scriveva sul croato?

Quel reportage degli anni ’50 sulla marcia di Ronchi. Scomparsi tutti i cimeli dell’occupazione di Fiume

Correva l’anno 1954, si direbbe nel noto programma televisivo la Grande Storia. Alcune puntate sul corriere di Napoli a firma di Gustavo Traglia, sul 35° anniversario della marcia di Ronchi. Articoli con in parte con la retorica con cui si esaltò quella marcia nazionalista che con il Natale di sangue porterà allo scontro armato tra…… Continua a leggere Quel reportage degli anni ’50 sulla marcia di Ronchi. Scomparsi tutti i cimeli dell’occupazione di Fiume

Celebrare D’Annunzio a Trieste. Come riabilitare il peggio del nazionalismo

Da un lato una mostra da quasi 300 mila euro, dall’altro una statua che dovrebbe essere realizzata a Trieste. Per chi? Per il guerrafondaio, nazionalista, D’Annunzio. Per colui che definiva i croati come mandria di porci, o schiaveria bastarda, concetti che effettivamente saranno propri del ’68, no? A proposito di chi dice che il dannunzianesimo…… Continua a leggere Celebrare D’Annunzio a Trieste. Come riabilitare il peggio del nazionalismo

Le cinque razze umane nella novella di D’Annunzio

Le novelle della Pescara è un’opera di Gabriele D’Annunzio che risale ai primissimi anni del ‘900. Racconti ambientati a Pescara, che riguardano anche località vicine, come Ortona. Come nel caso della Vergine Anna.  Ragazza semplice, che innescherà un dialogo con un fattore, che si recava più volte nella sua casa e si intratteneva in dialoghi con…… Continua a leggere Le cinque razze umane nella novella di D’Annunzio