Ancora morti in montagna

Giornata nera in val Sughet, sulla montagna Pordenonese. I corpi senza vita di due persone sono stati recuperati oggi, domenica 24 febbraio. Si tratta di due uomini, uno residente nella Bassa Friulana e l’altro nel Pordenonese

LEGGI SU MV

Non capisco perchè dopo tanti incidenti anche mortali si ostinano ad andare in montagna in solitaria!

“Non cercate persone perfette, non esistono. Cercate persone generose”

de (48)Don De Roja, un romanzo di vita vera che insegna l’accoglienza

Paolo Medeossi
24 FEBBRAIO 2019
“Non cercate persone perfette, non esistono. Cercate persone generose”. Era il motto preferito da don Emilio De Roja, messo a epigrafe di un fumetto, disegnato da Davide Pascutti, che gli venne dedicato alcuni anni fa per farlo conoscere ai ragazzi in modo veloce e diretto. Sottotitolo: “Il più lazzarone dei santi e il più santo dei lazzaroni”. E sulla copertina don Emilio appare in sella alla sua famosa bici, come quando pedalava di gran carriera da Tarcento a Ciseriis per fare da collegamento tra i gruppi partigiani.

Tutta la sua esistenza, cominciata il 28 febbraio del 1919, giusto cento anni fa, è stata uno straordinario romanzo di vita vera, dedicata all’accoglienza e all’ascolto, densa di aneddoti ed episodi, che trovano il culmine nelle vicende accadute nei giorni della liberazione di Udine, il 30 aprile 1945, quando i nazisti stavano lasciando la città…continua https://messaggeroveneto.gelocal.it/tempo-libero/2019/02/24/news/indagare-nel-cervello-per-arrivare-all-essenza-della-natura-umana-1.30038685?refresh_ce

approfondisci …http://www.dizionariobiograficodeifriulani.it/de-roia-emilio/

 

La bussola del direttore

unnamedIl tema delle autonomie locali è ancora in primo piano, non solo a livello nazionale, ma anche a casa nostra. I partiti regionali hanno invitato la nuova Commissione Stato-Regione a imitare Bolzano nella capacità di ottenere risultati: è quello dell’Alto Adige il modello a cui ispirarsi. Qui l’articolo di Mattia Pertoldi.

unnamed L’effige pesantemente modificata per essere venduta: tolti un cagnolino e la barba del santo

Informazioni su questo sito web
MESSAGGEROVENETO.GELOCAL.IT
Ritrovata da un rigattiere la statua di San Rocco rubata a Forgaria nel 1997

Sanremo story

Sanremo, c’è l’udinese Demetra Bellina nel video di Irama che fa discutere

Il video della canzone che Irama ha portato all’Ariston, “La ragazza con il cuore di latta”, richiamerebbe un po’ troppo quello girato alcuni mesi fa dal gruppo friulano Aritmia (“Daisy”)

Laura Pigani
07 FEBBRAIO 2019
1
Appena calato il sipario sulla prima serata di Sanremo, ecco arrivare la prima scossa all’originalità festivaliera. E non è una novità: il format è collaudato. L’anno scorso ci aveva pensato il duo Meta-Moro a far gridare al plagio, nell’edizione numero 69 la stoccata arriverebbe dal Friuli.

Il video della canzone che Irama ha portato all’Ariston, “La ragazza con il cuore di latta”, richiamerebbe un po’ troppo quello girato alcuni mesi fa dal gruppo friulano Aritmia (“Daisy”). C’è per esempio la stessa protagonista, la bella Demetra Bellina, udinese doc, ma trapiantata a Roma, e anche la storia ha più di qualche punto in comune.da https://messaggeroveneto.gelocal.it/tempo-libero/2019/02/07/news/sanremo-c-e-l-udinese-demetra-bellina-nel-video-di-irama-che-fa-discutere-1.17732277

Non ho guardato Sanremo,ma preferisco il cd delle nonnine

Cantanti a 103 anni: a San Daniele i centenari formano un coro e incidono un cd
Sette ospiti della casa di riposo (la più giovane ha 85 anni) incidono un disco di villotte. La copertina disegnata dai bambini dell’asilo. Il ricavato finanzierà nuove iniziative

Anna Casasola
05 FEBBRAIO 2019

SAN DANIELE. L’elisir di lunga vita, nei miti e nelle leggende, è una pozione che dona l’immortalità a chi la beve. Ma qualcosa che si avvicina molto al filtro magico sembra esistere anche alla casa di riposo di San Daniele: è il canto.

Nella struttura di via Dalmazia, infatti, c’è un coro composto da sei voci: la più giovane ha 85 anni, la più anziana ne compirà 103 quest’anno. E grazie a un progetto realizzato dal servizio animazione della casa di riposo, la Kcs, il coro ha anche registrato un cd, i cui proventi andranno a finanziare le future attività ricreative della casa per anziani.

Un progetto che nasce da lontano quello della realizzazione del cd e che ha coinvolto, oltre agli arzilli ospiti della casa di riposo, anche i bambini delle classi dei “grandi” (dello scorso anno) della scuola dell’infanzia di San Daniele.

Il nome del cd è “Villotte per te”. Una raccolta di alcune delle più note villotte friulane, un piccolo viaggio nella cultura della Piçule Patrie.
«La villotta friulana – spiega Barbara della Kcs – è il canto tipico del popolo friulano, che veniva intonato in occasione delle giornate di festa. Lo strumento che l’accompagnava era la fisarmonica.

Le villotte sono dei compendi della vita friulana, ad ascoltarle bene si scopre anche una malizia nascosta che ancora oggi strappa una risata. Il canto ha un potere aggregante e noi abbiamo pensato di utilizzarlo per un progetto di cultura friulana a costo zero, realizzato utilizzando la memoria degli ospiti e che ha coinvolto anche i bambini dell’asilo: a loro è stato affidato il compito di illustrare le villotte più famose nella nostra casa».

Dai disegni che i bambini hanno realizzato imparando le storie di questi nonni è stata tratta la copertina del cd, realizzato dalla casa di riposo. «Quando vengono qui – spiegano dalla Kcs – i bimbi, oltre a imparare tanti vocaboli in friulano, scoprono un mondo lontano, diverso, fatto di piccole cose, tanta miseria e tanto ottimismo. Scoprono che, oggi come allora, le cose che rendono felici, sono davvero poche. Come l’amore, la famiglia».

Il cd è nato per festeggiare i 10 anni della casa di riposo, è composto da una descrizione del progetto, da alcune note descrittive sulle storie cantate e dalle villotte interpretate da un coro davvero speciale, formato da persone che la casa la abitano: c’è Carlo, classe 1936, già direttore di un coro in gioventù, ci sono Rina B. (1921), Antonia (1932), Rina C. (1934), Rina P. (1923), Fiorina (1931) e la centenaria Irma (1916)…

da https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2019/02/05/news/cantanti-a-103-anni-a-san-daniele-i-centenari-fondano-un-coro-e-incidono-un-cd-1.17726068

News Friuli

Friuli terra di accoglienza

L’appello di ottanta medici: “Accogliamo in Friuli Venezia Giulia i migranti della Sea Watch”

sea-watch_2 (1)
By Hol and – Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=47760205

Sono 47 i migranti sulla Sea Watch 3, ormeggiata a circa un miglio dalla costa di Augusta.Pediatri, primari, specializzandi hanno inviato una lettera alle istituzioni regionali e nazionali per chiedere di “aprire i nostri porti e le nostre strutture per queste poche decine di migranti e prioritariamente bambini e minori”

Elena Del Giudice
26 GENNAIO 2019
UDINE. «I migranti della Sea Watch devono sbarcare immediatamente». E primi fra tutti i minori. È l’appello firmato da una sessantina di medici, soprattutto pediatri, neonatologi, ginecologi, specializzandi, in servizio al Burlo e in altri ospedali della regione, lanciato da Pierpaolo Brovedani, neonatologo dell’Irccs Burlo Garofolo di Trieste che nel volgere di poche ore ha raccolto decine di adesioni…https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2019/01/26/news/l-appello-di-sessanta-medici-accogliamo-in-friuli-venezia-giulia-i-migranti-della-sea-watch-1.30018733

La 44ª edizione del Premio Nonino, dedicata a V.S. Naipaul e Ermanno Olmi, ha aperto le porte delle Distillerie Nonino a Ronchi di Percoto. La giuria, presieduta da Antonio Damasio e composta da Ali Ahmad Saʿīd Isbir, John Banville, Ulderico Bernardi, Peter Brooke, Luca Cendali, Emmanuel Le Roy Ladurie, James Lovelock, Claudio Magris, Norman Manea ed Egard Morin, ha assegnato il “Barbatella d’oro” a Damijan Podversic e alla Ribolla Gialla, a Juan Octavio Prenz il premio Internazionale e ad Anne Applebaum il premio “Un maestro del nostro tempo”

La bussola del direttore

di Omar Monestier

Province che vanno, Province che tornano. L’assessore regionale alle Autonomie locali, Roberti, in un’intervista al nostro Mattia Pertoldi, racconta e spiega che cosa accadrà nei prossimi mesi. In sostanza i nuovi (vecchi) enti locali torneranno in vita (con alcune modifiche rispetto al passato) entro l’estate. Udine e Pordenone così torneranno all’antico e saranno rette da un Commissario. La Giunta regionale ha poi in progetto di unire Gorizia con Trieste. In alternativa la nascita della città metropolitana. E il personale necessario sarà trovato nel comparto unico regionale. Qui potete leggere l’intervista

Domenica 20 gennaio i dodici “Borghi più belli” del Friuli Venezia Giulia apriranno edifici storici, palazzi e chiese per farli conoscere e attivare una raccolta di offerte libere tra i visitatori: il ricavato sarà destinato a Sappada, colpita dal maltempo dell’ottobre scorso. Qui il nostro articolo 

 

In Friuli 😢

7ce52506-f17d-11e8-b149-12e43acf3096Nel 2018 tariffe aumentate rispettivamente dell’11% e 13%

13 GENNAIO 2019

Le tariffe della luce – spiega l’associazione – hanno registrato un incremento dell’11,12% rispetto al 2017, portando i consumatori a spendere circa 12,6 milioni di euro in più su base annua per l’elettricità; il gas è aumentato invece del 13,67%, con un aggravio per le tasche delle famiglie pari a 16,3 milioni di euro. E rincari delle bollette – sottolinea il Codacons – sono previsti anche per il 2019…https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2019/01/13/news/l-allarme-del-codacons-stangata-da-28-9-milioni-per-luce-e-gas-in-fvg-1.30014979?fbclid=IwAR2ZYm58wj8q8L102cfstLnQUqHuU2bL_UsbG5VC6fTKoJCK0d0XRzjFLko&refresh_ce

La Svezia si “prende” un’altra impresa friulana: la Rhoss finisce nelle mani del colosso Nibe
A Codroipo 300 dipendenti nel settore dei condizionatori. Nel 2018 fatturato di 70 milioni, è azienda leader in Italia

Maurizio Cescon
12 GENNAIO 2019
Un’altra importante realtà produttiva friulana, dopo la storica (1985) acquisizione della galassia dell’elettrodomestico Zanussi da parte di Electrolux, finisce in mani svedesi. Stavolta è il caso della Rhoss di Codroipo, azienda leader in Italia nel settore dei ventilatori e dei condizionatori d’aria, che passa sotto il controllo esclusivo del gigante Nibe, che vanta un portafoglio con ben 80 aziende, sparse un po’ in tutta Europa, Canada, Stati Uniti, Messico, Vietnam, Cina e Thailandia, ha 15 mila persone a libro paga e un fatturato annuo di 2 miliardi di  euro…https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2019/01/12/news/la-svezia-si-prende-un-altra-impresa-friulana-la-rhoss-finisce-nelle-mani-del-colosso-nibe-1.17647007

Friuli news

Per “costruire” il colosso al panificio Cattarossi hanno lavorato due giorni: 40 chili di farina, una settantina di uova, 15 kg di zucchero, 3 di burro, mezzo chilo di lievito e mezzo litro di grappa sono serviti per l’impasto, assemblato il 31 dicembre