haiku

odo cicale – frinire sull’albero del mio giardino Cicale miti e letteratura Per gli antichi Greci, le cicale erano figlie della Terra o, secondo alcuni, di Titone e di Aurora. Specialmente gli ateniesi le onoravano: Aristofane rammenta le cicale d’oro, ornamento per i capelli degli Ateniesi nobili all’epoca arcaica e nella celebrazione dei Misteri eleusini in onore di Demetra, era uso portare nei capelli una fibula a forma di cicala, così come durante la celebrazione dei misteri di Era a Samos.Platone, nel dialogo Fedro, espone il mito delle cicale, secondo cui esse sarebbero nate, per mano divina, dalla metamorfosi di antichi artisti, specie nel campo musicale e dell’eloquenza, che avevano smesso di mangiare e accoppiarsi per amore della … Continua a leggere haiku

Sauris

Località ideale per una domenica calda come quella odierna! Il monte Bìvera, uno dei simboli di Sauris   Territorio La chiesa di San Lorenzo a Sauris di Sopra Situato nella regione montana della Carnia in Val Lumiei, vanta nel suo territorio la presenza di un magnifico lago (il lago di Sauris), un bacino artificiale tra i più grandi in Friuli, creato dallo sbarramento del torrente Lumiei. Le principali cime che circondano Sauris e le sue frazioni sono: il Col Gentile (2.075 m), il Monte Tarondon (2.019 m), il Monte Pieltinis (2.027 m), il Crodon di Tiarfin (2.413 m), il Monte Bìvera (2.474 m), il Monte Zauf (2.245 m), il Monte Tinisa (2.080 m). Storia La leggenda vuole che la comunità di Sauris sia stata … Continua a leggere Sauris

L’iperico

L’iperico (L.) (nome scientifico Hypericum perforatum ma comunemente nota anche col nome di erba di San Giovanni), è una pianta officinaleappartenente alla famiglia delle Clusiaceae e al genere Hypericum. Fa parte della medicina tradizionale per via delle sue proprietà fitoterapeutiche, in particolare quelle antidepressive e antivirali. L’iperico è chiamata con molti nomi comuni e volgari ad esempio: la fioritura massima si ha verso il 24 giugno, ricorrenza di San Giovanni, da cui il nome popolare di erba di San Giovanni; anche il nome di erba dall’olio rosso è dovuto al colore dell’essudato rilasciato dai fiori ricco nel principio attivo ipericina; il nome “scacciadiavoli“, molto usato nei secoli passati, deriva dal fatto che quest’erba consacrata a San Giovanni e dalle … Continua a leggere L’iperico

Paolo Diacono

Personaggi famosi del Friuli Paolo Diacono (Cividale 720 – Montecassino 799) è stato un monaco cristiano,storico,poeta e scrittore longobardo di espressione latina. Biografia Era discendente di Leupichi,che affiancava re Alboino nel passaggio dei Longobardi dalla Pannonia all’Italia. Da Cividale del Friuli, dove nacque nel 720 (o forse nel 730, raggiunse Pavia in giovane età per seguire gli studi in quella che allora era la capitale longobarda. Si formò alla corte del re Rachis allievo di un tale Flaviano [3] ed alla scuola del monastero di San Pietro in Ciel d’Oro, dove conseguì la carica di docente. Restò alla corte con i successivi re Astolfo e Desiderio. Divenne anche il precettore di Adelpergafiglia di Desiderio che seguì quando ella si sposò con … Continua a leggere Paolo Diacono